Cielo e terra

visi cupi e sapori nati per caso

nel meravigliarsi della potenza

di un istante volato nel tempo.

(Vorrei catturare quell’attimo

e tenerlo rinchiuso dentro la mia carne.)

Una linea netta

demarcata da sprazzi di austerità

varca un ludico confine

nel pensiero di chi sottrae aurora

da una bianca moralità.

Vortice di nenia e iniquità

si svegliano di primo mattino

se si prova a rubare colori

dentro la culla dei sogni.

Puntini di sospensione

dopo parole che non fanno più rumore

sentirsi leggero

nell’incompleta integralità

resettare echi sbiaditi

vedere in faccia il sole

Aggrappiamoci al cuore

che nulla muore…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...