Il mio rapporto con la campagna ai tempi di Internet….

campagna
Sono le 21.41 del 20 Agosto, l’ispirazione chiama, io rispondo, sono all’interno della mia stanza da letto, scrivo usando il mio notebook appoggiato sulle ginocchia, ventilatore a velocità 3, bottiglietta d’acqua sulla scrivania… sudo ancor prima di incominciare questa bella “fatica”, colonna sonora per questo componimento le canzoni celestiali di Allevi. Avrei voglia di una sigaretta più che altro per concedermi un piccolo sfizio, ma non me la sento… se mi becca il mio babbo! Aspetto con ansia le 23 perché poi gioca la mia squadra del cuore… l’Inter (vi prego evitate battute sulla’argomento, soffro già di mio).
Vi racconterò, da come avete potuto veder dal titolo, del mio rapporto a volte idilliaco con la terra, la campagna, in chiave a tratti ironica, con spunti di riflessioni e pensieri vari.
Partiamo! Prendo il mio vecchio e impolverato vocabolario, sfoglio le sue pagine divenute gialle, e cerco il termine “Campagna”… trovo la definizione che mi interessa… ecco ci sono, c’è scritto: “ Distesa di terra fuori dall’abitato più o meno coltivata”. Per quanto mi riguarda è solo una distesa di rotture di scatole!
Attenzione io non critico le mille sfaccettature e l’operato di Madre Natura, ma il mio rapporto che ho instaurato con essa da un po’ di anni a questa parte… meglio puntualizzare, non si sa mai!
Il papà di mia madre avevo una piccolo podere con una casetta, una vigna e due alberi di ulivo e nulla più; quando ero un fanciullo ci passavo l’estate a ridere e scherzare con i miei cugini. Il papà di mio padre, invece, non aveva nessuna terra, non ha avuto questa fortuna. Quindi questa benedetta campagna da me tanto lodata e di proprietà, adesso, dei miei genitori da dove è saltata fuori???? Ve lo spiego subito: “C’era una volta, aspè sono più preciso, 10 anni fa, un vecchio contadino, lontano\ lontanisssssssimo parente della mia mamma ha lasciato in eredità, sul punto di morte, una dei suoi fondi come regalo. Dalle nostre parte si dice “Se vuoi campare 100 anni fatti gli affari tuoi!” e il bello che lui ha vissuto fino a 96 anni! Io fino a 16 anni non ero a conoscenza della sua esistenza, non so come mai ha conosciuto il mio papà con cui instaurò un buon rapporto di amicizia. Mi ricordo, da quelle poche volte che l’ho visto venire a casa mia, che aveva un aspetto buffo con due occhiali a tappo di bottiglia… insomma era una talpa umana, certo l’età non lo aiutava, non vedeva una mazza, però a scrutare e individuare a chi dannare l’esistenza (me) per i futuri anni avvenire ci vedeva benissimo!!!! Mi faceva tanto tenerezza però, lo devo ammettere… non era mai andato da un dottore, li detestava, aveva una sua filosofia (portavano sfiga diceva) e il suo unico mezzo di locomozione era una antica bicicletta… pioggia, vento, qualsiasi intemperie lui non la lasciava mai.
Quindi una volta avuto in dono, questo fazzoletto di terra, per mio padre gli si sono aperte le porte del paradiso. Ha sempre sognato di avere un campo su cui cimentarsi da dilettante allo sbaraglio. Fa l’elettricista, come hobby (lo dice vantandosi) fa il contadino! Vi do alcune informazioni, la nostra, asp… mi correggo, la sua campagna… è lunga 100 metri e larga 10, si trova all’uscita, in periferia del mio paese. Ci sono 7 alberi d’oliva, 1 pozzo e una piccola costruzione dove “il contadino” custodisce gli attrezzi del mestiere. E’partito da zero, non conosceva niente di agricoltura mio padre, ma grazie all’aiuto dei suoi coetanei è riuscito ad avere un discreto orticello: pomodori, melanzane, fagiolini, cocomeri (caroselli), insalata mista e zucchine. Ormai è diventata una seconda casa per lui, si rilassa stando all’aria aperta e scherz spesso con “Uccio” il suo “vicino”.

… continua! 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...