Archivio mensile:febbraio 2015

Acrobatiche emozioni

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Salvami almeno tu
ora che il tramonto muore
lentamente alle soglie
di un petalo di rosa
ti prego non piangere mille soli
ci aspettano seduti su quella collina.
Spaventami
raccontami nuove identità
un po’ di ironia
tra i denti resti di pane avanzato
pazienza per questa sera.
La serratura è difettosa
quella porta si aprirà
anziana memoria
è successo diamo semi all’acqua
tenui riflessi
parole di burro
sotto il caldo della luna
sensualità tra le pagine bianche
di una storia assetata
di acrobatiche emozioni…

Pubblicità

“I love this game” – Keep calm and play rugby

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Rugby, rugby, rugby, e ancora rugby! Adesso vi rompo le scatole pure a voi questa sera. Ammesso che adoro quasi tutti gli sport esistenti su questo pianeta, il rugby mi sta entrando “in circolo”. Ruck, maul, mark, mischia, touch!!! Il rugby è uno sport antichissimo, inventato da Webb Ellis nel lontano 1823. E’ uno sport di contatto, duro certo ma è uno sport collettivo, per tutti. Se sei brevilineo, agile e scattante giochi nella trequarti, se sei robusto e ami placcare giochi in prima o in seconda o in terza linea. Se vuoi essere il regista del gioco e hai dei buon piedi giochi in mediana.

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“Otto giocatori forti e attivi, due leggeri e furbi, quattro rapidi e un ultimo, modello di flemma e sangue freddo. Una squadra di rugby è la proporzione ideale fra gli uomini” Jean Giraudoux – giornalista e scrittore francese. E’ uno sport regolamentato da tante norme, forse anche troppe! Giocano anche le femmine e non è uno sport pericoloso. E’ accessibile a chiunque ed è magico. Come dico sempre: “Nel rugby si parla sempre al plurale mai al singolare!”.Non esistono i Messi o i Ronaldo, infatti, senza l’appoggio, il sostegno dei tuoi compagni, non avanzi neanche di un metro. “Il rugby è uno sport straordinario, l’unico dove la vittoria passa sempre dalle mani del compagno” Sabrina Melis – giocatrice. La meta è frutto del sacrificio di tutti, nessuno escluso. “Il rugby è la massima espressione dello SPORT DI SQUADRA, l’unico in cui il lavoro del gruppo prevale sulle doti del singolo.” Il rugby è terra e fango, sudore. Non esci mai sconfitto da una partita se hai donato l’anima per la tua squadra. La mischia l’essenza di questo sport.

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Ogni partita la paragono a una guerra leale, guadagnarsi ogni metro di terreno con tenacia. Mai mollare, se vuoi guadagnarsi anche il rispetto fraterno dell’avversario. Certo il risultato conta ma non come in maniera assillante come nel calcio. Esiste il terzo tempo, dove dopo il match le squadre si incontrano a “bere una birra” dopo aversene dato di santa ragione! XD Siamo un popolo di “calciofili” e lo sono in parte anche io, certo. Ma se il “football” prendesse, solo in parte i valori di umiltà, aggregazione, sportività che il rugby trasmette di non si troverebbe in queste miserabili condizioni. Allo stadio, tutti insieme, non esistono opposte tifoserie. Il rugby è festa!

Purtroppo non ho mai giocato a questo sport, anche perché nel sud latitano le società sportive. Con il fisico che mi ritrovo mi troverei a fare il “pilone”! ahahah! Anche se il ruolo che mi piace di più è il mediano di mischia, perché sei sempre nel vivo del gioco, ogni azione passa sempre dalle sue mani. Quando l’anno scorso i miei amici mi hanno chiesto cosa volevo per il mio compleanno, io senza troppo pensarci gli ho detto “un pallone ovale!”. La loro faccia, i loro sguardi quasi del tutto attoniti, sbalorditi. Hanno provato a regalarmelo, ma non ci sono riusciti, nessun negozio di articolo sportivi aveva in dotazione un pallone di rugby! Che peccato! Il problema è che se miracolosamente lo trovo, con chi gioco? Con me stesso o con il mio cane?  In famiglia sono riuscito a strappare qualche minuto, qualche spezzone di partita dell’Italia a mia madre… che soddisfazione!!!! Non so se il rugby riuscirà ad avere lo stesso appiglio dei più noti sport come il basket, il calcio, il volley, di certo non lo smetterò mai di seguirlo, ne sono completamente innamorato. A volte riesco a seguirlo con passione alla tv. Vorrei che questo sport avesse più visibilità nei media e non solo quando la nostra Nazionale vince….

 

Keep calm and play Rugby!!!

Buon Lunedì Amiciiii!!!!!

Poesie di carta – Alla frontiera dichiarerò

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Proteggo la mia vita

sequestrata da facili ricatti

promesse vane

lo dice la mia luna calante

rilasciare nel vuoto

azioni di pensiero in cambio

di una linea di orizzonte più morbida.

Nessuna ricompensa

semmai più in la

volontario nel percepire

un lieto canto

un usignolo alle porte di un trambusto

e aprire nuove strade

sempre tortuose e ripide

ma comunque necessarie.

Alla frontiera dichiarerò

sogni da te rifugiati in oriente.

Ho vissuto prigioni

ho vissuto albe prive di luce propria

aiutato da angeli senza nome

indispensabile sedersi su pietre

 ammorbidite dal mio peso inerme

il riscatto è rosso nel mio

paradossale cuore

ignorare se fuori nevica…