Archivi giornalieri: 8 febbraio 2015

Ragione di vita

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Primo appuntamento con la mia rubrica della domenica “ I love this game”.

Lo sport ha sempre fatto parte della mia vita. Ho iniziato a giocare a calcio all’età di 6 anni nel ruolo di portiere. “ Pagliuca” era il mio soprannome dato dai miei cugini, lui, Gianluca Pagliuca di cui avevo la sua maglietta, è stato portiere dell’Inter negli anni ’90.

Poi nel corso della mia vita ho praticato qualsiasi tipo di disciplina: dal basket (nel ruolo di ala\ centro), nel volley (come libero), nel nuoto (il mio stile preferito era il dorso) e  nell’atletica e poi con varie attività che il Centro Sportivo Italiano (C.S.I.) offriva ai bambini delle elementari. Ricordo che nei primi anni delle scuole superiori io e il mio amico Simone, appena finita scuola, andavamo con le nostre mountain-bike sulle strade di campagna del nostro piccolo paese e facevamo le “volate”. Io ero Lombardi il famoso gregario di Cipollini e Simone era il mio capitano. Oppure a volte ci capitava che ci sfidavamo a vicenda, uno contro uno… e perdevo sempre! Sempre d’estate tornei infiniti di calcetto e partite interminabili di basket nei campetti dietro la nostra scuola  elementare… Ah che bei ricordi!!!

Sin da piccolo ho avuto, e ho tuttora, la fortuna di vivere all’interno di un contesto familiare, in cui lo sport non mancava mai, come il vino a pranzo. Mio padre ex calciatore dilettante, mi accompagnava sempre agli allenamenti. Insieme a mia madre venivano a vedermi e a tifare per me nelle partite di campionato.

Insieme a miei vediamo ogni tipo di eventi sportivi alla tv. Per mio padre solo calcio e formula 1. Io e mia madre un po’ di tutto: dai motori (Formula 1 e Motogp), ai campionati mondiali e europei di atletica leggera, dal pattinaggio artistico allo sci (sto seguendo sempre di più lo sci di fondo), il ciclismo con il Giro d’Italia e il Tour de France e le “classiche”, il nuoto e i tuffi e qualche volta il tennis. Sul rugby ci devo lavorare su. Insomma ovunque c’è sport… io ci sono!!!

Nelle sfide a Trivial, le domande di sport e tempo libero erano di mia competenza J

Ma non sono un fanatico, solo che lo sport fa parte della mia vita, la mia pelle ha assorbito per bene ogni valore morale ed etico che ogni sport ti insegna. Seguo il rugby anche per questa ragione. Adesso alleno i ragazzi delle medie a calcetto, chissà se un giorno diventerò un allenatore di calcio, sarebbe un sogno che si avvera.

Però, però, c’è un però! Ahahahah, l’unica contro-indicazione nel seguire la maggior parte delle discipline sportive è quello di tifare per squadre o atleti e ogni domenica è colma di sentimenti contrastanti, c’è chi vince e c’è chi perde.

Come nella vita anche nello sport mi affeziono troppo facilmente. Esempio:

  • Nel calcio tifo per l’Inter, Chelsea e per il Lecce;
  • Nel basket tifo per la Fortitudo Bologna e Brindisi;
  • Nella pallavolo tifo Piacenza sia nel maschile che in quello femminile;
  • Nel rugby oltre che per l’Italia, sono letteralmente innamorato per la Nuova Zelanda… gli “All blacks” e la loro Haka;
  • Nella formula 1 ovviamente per la Ferrari, e nelle moto per Valentino Rossi e Marc Marquez;
  • Nel tennis tifo per Rafael Nadal
  • Nel ciclismo per Nibali, vincitore dell’ultimo Tour de France…
  • ecce.ecc.ecc. 😀

 

Ogni maledetta domenica! Eh lo so, dovrei darmi una calmata, ma non ci riesco, amo troppo lo sport, anche se quello italiano, un po’ per la crisi, un po’ per arretratezza delle nostre ideologie è stanco e malato.

Questo mio primo post di questa nuova rubrica domenicale era giusto per “rompere il ghiaccio”, i prossimi post saranno incentrati su tematiche quotidiane che più mi colpiscono e mi incuriosiscono. Temi, riflessioni, appunti di un appassionato a 360 gradi… spero che vi piaccia questa mia idea.

Vi Auguro una Buona Domenica!

Raffaele

Pubblicità