Archivi giornalieri: 28 luglio 2015

Sei un miracolo…

“Sei un miracolo mi dai il coraggio

per stare dove sto

sul ciglio di un equilibrio che non ho

questo sono io ma con te ce la farò…”

…2004, iniziavo il triennio di Meccanica all’Industriale del mio paese, 16 anni. In piena fase adolescenziale, tra turbamenti nostalgici, l’equilibro aleggiava tra una partita di calcio, un buon vuoto in storia, e il numero ricevuto in dono da una bella ragazza. “Sei un miracolo” che melodia con i suoi celestiali violini e l’ottimo il testo di Daniel Groff, presentato al Festival di Sanremo di quell’anno. L’ho riascoltata adesso dopo tre anni, e la mia mente, mi sta centrifugando tutte le bellissime sensazioni vissute con i “miracoli dell’altro universo!” Ah l’amore… quanto tempo pervade e attanaglia i riflessi emotivi di un povero ragazzo alle prese con i primi sapori dell’altra dolce metà…. Il “due di picche” era sempre una carta che purtroppo ho avuto modo di conoscere, ma l’amore non ha un fine, non ha un confine, ne un limite da smaltire in fretta e furia. E questa canzone mi sta ispirando a comporre, purtroppo per voi 😀 , un post sul tema (sempre in chiave ironica) dei miei “disastri amorosi” cercando di capire attraverso il pensiero e la funzionalità di ogni singola parola rimedi per uscire da queste sabbie mobili che da un bel pò di tempo mi impediscono di assaggiare il cielo con “l’aiuto di un altro respiro”. La scrittura fa anche questi “miracoli…”

Canzone dedicata, a tutte le donne “amiche del mio blog”!

Buona serata!!!!!

Raffaele 🙂