Archivio mensile:giugno 2016

Lunatico

foto tratta dal wb
foto tratta dal web

 

Lunatico, sono un intramontabile lunatico! E mi piace ricevere notizie sulla mia esistenza impacchettate per bene con un bigliettino che mi augura buona fortuna. Una vita pre-confezionata e senza botti di capodanno all’orizzonte. La calma e un pizzico di pigrizia devono prevalere al nascere di tempeste emotive che corrodono la mia felicità. Quindi per evitare queste “tempeste emotive” è altamente auspicabile per me “prepararmi psicologicamente” ovvero prepararmi mentalmente ai prossimi avvenimenti che mi riguarderanno e di cui non mi interesseranno o “non mi garbano”. Così come questa mattina, mentre pulivo il mio cane, il mio babbo mi ha annunciato che sabato mattina dovremmo andare alla tanto mia amata (puro sarcasmo) campagna per “indaquare” i suoi amati pomodori che serviranno appena maturi per fare la salsa “casareccia”. Cosi come è successo la settimana scorsa quando ho avuto la mansione di aiutarlo a imbiancare il giardino di casa per la bella stagione. “Prima si” “dopo o all’ultimo momento no”. Gli imprevisti mi spaventano, mi disorientano e per di più sono un ragazzo emotivo che si agita per piccole cose, perchè ho la mania sfrenata di amplificare altamente le situazione. Sono capace di trasformare una formica in un grosso elefante. La mia emotività amplifica enormemente le cose. Ho i miei tempi e cerco i miei spazi. Ogni giorno tendo ad organizzarlo, come quando viaggio, devo avere tutto sotto controllo. Ma le sorprese sono sempre dietro l’angolo… ed è questo il bello! 😀

Raffaele

Mai solo

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Questa è una delle foto che amo di più nella mia vita! E’ un emblema, un paradosso della mia esistenza. Un comico, nella fattispecie Charlot, cupo e triste, insieme a un cane che gli sta fedelmente accanto in questo suo momento difficile. Un comico che forse ha smesso per un attimo di illuminare il mondo con la sua simpatia. Un sorriso che si è trasformato in una lacrima che pesa come piombo e lacera la sua candida anima. Ha dovuto, Charlot, prostrarsi, anche per un solo attimo alla sua malinconia che vive dentro lui, forse da sempre, solo che tende ad emergere in momenti meno opportuni e forse inaspettati. Ha le braccia conserte e lo sguardo, i suoi occhi di cera, rivolti verso il nulla o forse verso l’infinito scovando nel tempo un seme di felicità perduta. E’ fuori da una abitazione, dietro di lui una porta in legno. Una strada sbarrata, una sequela interrotta. Un rifiuto, un distacco, un abbandono, un addio. Ma non è solo e questo mi conforta. C’è un altro essere vivente che leviga e consola la sua anima rinchiusa dentro un inaspettato dolore. Un cane, un fedele amico, che lo consola e non lo lascia mai solo. Non vuole nulla in cambio, sono un pò d’affetto rimasto intrappolato un pianto agli albori di un cielo pieno pronte a illuminare, di nuovo, la via di questo comico che ha solo pero perso la bussola di un incanto splendore. E’ cosi carica di significato questa immagine che non sono degno, forse di ricavare un minimo di significato. Più la guardo e più il mio cuore piange.  In questa vita non saremo mai soli!

Raffaele

Buona serata!

“Baby è un mondo super!”

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“Cos’è che non va? Baby è un mondo super!”

Francamente non saprei dare una risposta certa e definitiva, tutto è in bilico, ancora nella mia giovane vita. Cercare tra le lacrime di strade disconnesse e ripide a metà e un sorriso di un cielo stellato che mi indica risposte di un viaggio alla ricerca di me stesso. Galleria di immagini e ricordi che rinsaldano le mie paure racchiuse dentro un incognito “Perchè”. Stare un pò solo e rinfrescarmi volando nel pensiero dei miei cari, senza da loro chiedere nulla in cambio… sono in eterno debito affettivo, farò con quel poco che potrò.

Epicentro delle mie emozioni, up e down. Alba e tramonto di una vita ancora non persuasa e corteggiata a dovere, indossando maschere e rifacendomi svariate volte modiche al look di un anima che non smette mai a capire angoli della mia fragilità, anche la più remota.

“Svegliarsi a metà, con i sogni mezzi aperti…”

Poesie per rivedermi con acerbi occhi di un giovane in procinto di diventare grande, un adulto da certificare, marcando a fuoco sulla mia vergine pelle le insidie e i nascondigli del nuovo mondo. “Un nuovo sapore, essere stato e divenire nel bene qualcosa di utile… “

Continua, forse 😉

Raffaele 🙂

Buongiorno ;)

C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_imagesXIDEWJPB

Foto tratta dal web

 

Dai non mi devo disperar… Sfrutteró questo estremo e sfiancante mio acerrimo nemico… Per dimagrire un pó!!!! Ahahahah avró perso qualche etto da questa mattina? 😛
Sveglia alle 8, colazione veloce e poi via a lavare la macchinina. Torno tutto inzuppo d’acqua (sono una frana in
Tutto) e via al distributore d’acqua del mio paese per rifornirmi di acqua naturale e frizzante. Non mi sono mai goduto un bel bicchiere bello fresco come non mai prima d’ora. Spero a pomeriggio di andare a mare… Benvenuta estate!!!
Buona giornata a tutti!!!
Raffaele

Speranza… dove sei?

foto tratta dal web
foto tratta dal web
“Francamente dopo l’esito del referendum e la vittoria della Brexit mi sento confuso e stordito, questa mattina, dai botti e le scosse di una nuova ideologia politica, di un nuovo pensiero ipocrita che latita nell’osservanza rispettata di un futuro che mai più ci inonderà di serenità e lieta bellezza. Un Europa in cui i singoli Stati al posto di adoperarsi concretamente, con proclami e summit, nell’esigere e predicare una speranza per un mondo migliore la detronizza e la esorcizza con proclami che lasciano parole per far giocare solo il vento. Tutti paroloni per dire che mi sento stanco di essere partecipe di questa strana rivoluzione, di questo momento storico intriso di tristezza… tutto passerà…
Buongiorno :)”

Questo è il testo di un messaggio rivolto a un mio caro amico tramite, un’ora dopo aver saputo della notizia… all’incirca intorno alle 9 e dopo aver spulciato, di qua e di là nei vari programmi di approfondimento alla tele.

Ho sempre studiato a scuola, e poi leggendo sui giornali la bellezza e la potenza unifica dell’Unione Europea. Io da cattolico praticante, vedevo incarnate nell’Europa i valori tipici che dovrebbero essere della cristianità tra cui spicca la fratellanza. Un interpretazione reale di un interesse comune, di una condivisione di ideale, di un pensiero che si intrecciava in diverse sfumature e che parlava comunque la stessa lingua. La “Brexit” deve essere una scossa che non deve vanificare tutto quello di buono che è stato fatto negli ultimi anni. Che cosa è questo nuovo populismo?!  Viva la democrazia, certo, ma se si parla ponendo il “Noi” davanti al proprio intimo ego allora si. Lasciate votare secondo la propria coscienza. Poi il terrorismo, l’immigrazione hanno fatto vacillare la stabilità politica dell’Unione. Al posto di unirci, ci siamo divisi, piangendo e unendo le nostre lacrime solo di rado e in precisi momenti. Ognuno che pensa al proprio orticello, che scalza via dal proprio confine l’idea di un futuro insieme. Mi rifiuto all’idea di una imminente disgregazione di questo sogno… voglio ancora sognare…

Buon fine settimana

Raffaele