E’ sempre primavera per i nostri ragazzi :)

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

 

Oggi con l’anticipo Udinese-Juventus del girone B scatta il Campionato Primavera di calcio 2016/2017. Un anno calcistico per quanto riguarda le nostre giovani speranze con tante novità dal punto di vista strutturale del campionato stesso. Abolito il criterio di vicinanza geografica a favore di un ranking relativo ai risultati delle singole squadre negli ultimi 5 anni così da comporre sempre tre gironi da 14 squadre ma non più formati secondo la spartizione Nord-Sud. Questo può comportare più vantaggi, gironi più equilibrati con maggiore lotta per le posizioni al vertice, però con questa nuova formula quest’anno i derby di Genova, Roma e Milano non si disputeranno. Ed è un peccato. Solo Torino e Juventus inserite nello stesso gruppo (B) avranno piacere nell’affrontarsi nel “derby della Mole”. Per quanto riguarda l’accesso alla “Final 8” per la conquista dello scudetto tutto è rimasto invariato.
Ma la grande e vera novità riguarderà il prossimo anno con la formazione di una vera propria serie A denominata “Primavera 1” composta da 16 squadre, e una serie B “Primavera 2” con due gironi da 13 squadre ciascuno. Ovviamente con promozioni e retrocessioni. Un gran bel passo in avanti compiuto dalla Lega Calcio e dalle società di serie A e serie B e in generale da parte del movimento calcistico giovanili. Cercare di trovare una formula giusta per permette poi al singolo giovane di essere competitivo e già pronto per il grande calcio professionistico dei “Grandi”. Anche se ritengo che sia opportuno abbassare la soglia d’età per il campionato primavera (magari 17/18 anni). Trovare quindi un modo per rendere più spettacolare questo campionato dei nostri ragazzi che sperano quanto prima di giocare nei mitici stadi di Serie A. Grazie anche ad un impegno televisivo sempre più importante per rendere visibile la Primavera a chi come me negli ultimi anni ha seguito questo genere di manifestazione sportiva.
Un pò di nostalgia per i bei tempi giovanili in campo sportivo. Seguo per quanto mi è possibile la Primavera in tv con un grande sorriso nella speranza che ogni singolo “Campioncino” trovi la strada della sua felicità e che non sia solo fatto di contratti milionari ma di quella innocenza, caduta da un cielo stellato, avuta sin dai primi calci ad un pallone…

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...