Archivi giornalieri: 24 ottobre 2016

Sognando…

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

 

Pochi giorni fa mi è capitato di guardare in tv a “Geo e Geo” su rai 3 un’ intervista ad un Neurologo, l’argomento era quello dei sogni. Il dottore ha riferito che secondo recenti studi “noi ci ricordiamo un sogno se ci svegliamo entro 8 minuti dalla fine di esso”. E questa notizia mi ha colpito, perchè purtroppo, il 70% delle volte non ricordo cosa ho sognato la notte appena trascorsa. E’ successo che tra la notte di sabato e domenica io ricordi cosa ho sognato, ma come spesso mi accade, sogni piuttosto particolari ed enigmatici.

“Mio padre che invita a casa nostra l’allenatore dell’Inter Frank de Boer! Mi ha voluto fare un piccolo regalo… diciamo.Giornata uggiosa, primo pomeriggio, filtra poca luce dalla stanza. L’allenatore entra in casa e lo facciamo accomodare nel salotto. Lo vedo un pò cupo e pensieroso, si siede, e appoggia sul tavolo un piccolo computer portatile. Io ancora incredulo mi siedo alla sua destra e inizio, un pò emozionato balbettando un pò, a farli mille domande. Domande su tutto, non ricordo bene di preciso, forse sui moduli con cui fa giocare la squadra, ai metodi che usa in allenamento, al tipo di approccio che usa con i giocatori. Lo vedo distratto, quasi assente e mi sbuffa. Ed io che ci rimango un pò male.”

Fine del sogno. Che razza di sogno. Ho chiesto ad una mia amica cosa volesse significare tutto ciò. “Forse era pensieroso per la partita successiva, era preoccupato… tutto qui…”. Non capisco, se c’è, un senso a questo piccolo e breve sogno che ricordo, stranamente, in maniera nitida e lucida. Purtroppo l’Inter e De Boer in particolare non vivono un pò momento: 4 sconfitte in campionato consecutive e la sua panchina che traballa sempre più. Eppure lo difenderò da tifoso, credo nel suo lavoro e nella sua filosofia di calcio anche se a volte un pò “estrema”. Lo ritengo una persona capace e ben preparato, la mia è solo una superflua opinione di un tifoso che soffre che matti per la squadra ogni santa domenica.

I sogni ci comunicano sempre qualcosa, ci mandano dei segnali, degli input emotivi come quando sogno mio nonno e ricordi di scuola superiori. Ma questo sogno non riesco proprio a decifrarlo… mhà….

Buon inizio di settimana! 😀

Raffaele