Pelle

“La pelle cerca il suo battito, la sua circostanza, il suo sapere, la sua casa e si libera di se stessa ad ogni goccia piccola ed effimera con alta concentrazione di affettività proveniente da occhi indiscreti. Non si obbliga a proteggersi in granuli di raggi colti. Morbida e delicata, fredda nel suo credo, nella sua membra non vuole essere capita e se posta a contatto con i suoi simili nulla perdona… la cui ombra tace. Piccole increspature ed è già un grido. Si cura del calpestio e del precipizio di secondi e secondi fini che frugano tra solstizi di altre premure…”

Raffaele

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...