Pensiero

Essere tristi, essere folli, portare la mente chissà dove. La precarietà delle cose che ci ruotare i sassi e prendersi in giro e non riconoscere la forma, non piangere se un fiore nasce tra i sassi. Mangiare i sassi e prendersi in giro. Accorgersi di una nuvola e sperare in una fitta nevicata che ricopre tutto quel che ora non ho vissuto. Essere tristi, mettersi in discussione, leggere vecchi libri con un finale a sorpresa, strappare le ultime pagine, senza un valido motivo e non capire cosa è quella piccola scia di sangue che esce ai margini del titolo. Fare una smorfia che mimi alla gioia che mira verso il cielo più blu e conforme ai nostri guadagni spirituali…

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...