Archivio mensile:novembre 2017

E’ un gran bel giro! – Sportivamente parlando…

Che bel giro di Italia edizione che Mauro Vegni e il suo staff anno disegnato per l’edizione numero 101. Per la prima volta un grande giro partirà da un altro continente, partirà da Israele e nella fattispecie da Gerusalemme Ovest con una crono individuale di 10 chilometri, tre tappe in terra santa e poi l’approdo in Sicilia. Sarà un giro fatto e cucito per gli scalatori, con solo 45 chilometri in tutto di cronometro e chissà se parteciperà il vincitore a sorpresa dell’anno scorso Tom Dumoulin, con la speranza di vedere partecipare il nostro Vincenzo Nibali che si concentrerà sulle classiche di primavera e sul mondiale austriaco. Al termine della presentazione la grande chicca: un video brevissimo di Chris Froom, vincitore l’anno scorso per la quarta volta del Tour e pure della Vuelta per la prima volta, che annunciava la sua partecipazione alla prossima corsa Rosa. E tenterà di vincere Giro e Tour nello stesso anno cercando un impresa riuscita per ultimo al nostro Pantani nel 1998. Sarà un giro di grandi nomi e di grandi firme, dove le battaglie di certo non mancheranno. Sarebbe fantastico vedere duellare tra le strade del nostro bel paese Froome, Nibali e il tenace Aru e forse Quintana. Ma è presto ancora, per fare calcoli… Ho seguito ieri la presentazione del Giro su Rai due e spero vivamente fra 6 mesi di guardarla dalla tv… ahimè il giro non sfiorerà nemmeno la mia Puglia, pazienza… non si può volere tutto… E’ un giro in cui ogni tappa sarà davvero difficile e sicuramente non si dovrà aspettare la scalata del Monte Zoncolan, 10 chilometri con pendenze massime del 22%, il colpo di grazia per chi vorrà trionfare a questo Giro potrebbe essere nella 19esima tappa in cui i corridori passeranno sul Colle delle Finestre, la Cima Coppi di questa corsa che si concluderà finalmente con la passerella finale a Roma il 27 Maggio. Finalmente!!!! Sarà fantastico vedere la carovana rosa attraversare le bellezze della nostra capitale che spero sarà pronta per questo evento… un pò stile Parigi per il Tour de France…

Non vedo l’ora!

W il Giro che appassiona ogni anno milioni di Italiani sia per le strade che davanti alla televisione come me… che vinca il migliore!

Ciauuuu 😀

Raffaele

Pubblicità

Se poi ci si mette pure mia madre allora…

Se pure ci si mette mia madre a sfornare dolci ogni giorno allora… sono messo davvero bene, benedicendo la dieta ortodossa di questa estate! ahimè non si può volere tutto dalla vita! ahahahah 😛 

La settimana scorsa mia mamma ha preparato con le sue magiche mani i biscotti caserecci con aggiunta di pezzetti di cioccolato fondente… ahhhhhhhh la casa che profumava al livello del paradiso… ed io intento subito ad assaggiare i primi dolcetti appena sfornati… sono l’assaggiatore ufficiale della mia famiglia, che vi credete, eh! Se poi la mattina abuso, ahimè in maniera spropositata di queste meraviglie, allora la mia pancia ne risente e mi è capitato di mangiare pochissimo a pranzo… ma ora sono finiti e sono ritornato ai classici cereali… sono stati 5 giorni di full immersion immensi, ma ahimè con i dolci non riesco proprio a regolarmi, pentendomi ogni volta della mie esasperata esagerazione… e adesso cereali al mattino e insalata la sera, con la bilancia un pò arrabbiata per la mia linea. Se solo riuscissi a controllarmi e a dar voce alla mia coscienza forse non mi farebbero male i biscotti di mia madre, visto che ogni tanto fanno pure bene… ma esagero sempre in tutto… solo quando rimango solo a casa mi controllo appuntino evitando cibi grassi e dolci… da solo sono più consapevole delle mie scelte culinarie… va a capirmi! I dolci fanno bene se utilizzati con giuste dosi, mannaggia a me… eccu! Self-control Raffaele… non devo mica andare in letargo come un orso inglobando più grasso possibile! O sbaglio? Uffa 🙂

E voi quanto siete golosi? 😀

Buona Vita! 🙂

Raffaele

Con i “se” e con i “ma” non si fa la storia – Sportivamente parlando

Se il tiro di Kalinic nel primo tempo non avesse scheggiato il palo esterno e la palla fosse entrata in rete, se nel secondo tempo con le prodigiose parate Sirigu non avesse mantenuto a galla la propria squadra, il Torino, forse la storia di post partita, di un lunedi di ordinaria amministrazione avrebbe avuto uno sfondo diverso… Quanto la storia e la vita di un allenatore dipende terribilmente da attimi, da frangenti che possono risultare decisivi… Montella esonerato poco fa dal Milan, sollevato dall’incarico di capo allenatore dai rossoneri. Al suo posto Gattuso. Fatale il pareggio con il Torino. Il diavolo che non vince in casa dal 20 Settembre contro la Spal per 2-0. Montella lascia il Milan che ha cercato fino all’ultimo di plasmare secondo il suo credo calcistico al settimo posto a quota 20 punti lontano ben 11 punti dal quarto posto, 11 punti come il bottino racimolato al Meazza. 6 vittorie, due pareggi e ben 6 sconfitte lo score di Montella. Non è bastata la campagna acquisti faraonica da parte della società, ben 240 milioni spesi sul mercato che hanno fatto sognare tutti i tifosi rossoneri nella calda estate italiana. Forse troppi nuovi giocatori, forse troppi giocatori che non sono riusciti ad entrare nei meccanismi tattici del loro allenatore. Una squadra, forse, progetta per giocare con la difesa a 3 con scarne alternative dal punto di vista del modulo. Forse, il tempo può dare ragione al Milan, ci vuole pazienza ma la dirigenza non l’ha avuta pare con Vincenzo, che rimane personalmente uno dei migliori tecnici in grado di far giocare bene la propria squadra, ma con il Milan ha avuto tremende difficoltà che non riguardavano la gestione del gruppo che è sembrato a noi tifosi del calcio un gruppo solido e unito. I vari Biglia, Bonucci e Rodriguez non sono bastati per mettere nero su bianco un buon Milan capace di primeggiare ai primi posti della Serie A. A volte il troppo storpia e forse, usando il condizionale, bastava rafforzare la rosa con pochi elementi e non con una nuova rosa di atleti che non hanno avuto molto tempo per conoscersi… e il tempo… e adesso tocca a Gattuso risolvere le magagne dei rossoneri impostando subito una identità a una squadra che non è riuscita ad averla in pieno con Montella… Il calcio vive di attimi e se quella palla di Kalinic fosse finita in rete forse parleremo di tutt’altro oggi… Coraggio Montella paghi in parte colpe non tue perchè la tua ormai ex squadra ha sempre prodotto gioco e alcune partite sono state decise da episodi ma il destino ha voluto così…

Buon Inizio di settimana! 🙂

Raffaele

Dono

foto tratta dal web

 

La gioia inventata nella delicatezza

di una rosa, una ricompensa che si confonde

con il dono della vita che diventa matura 

e fertile quando la luna riflette la più argentea e spia luce

che dai suoi occhi penetra in una visione che il cielo

tutto dona…

e l’uomo diventa così stonato quando decide di uccidere

e soffocare ogni petalo di questa rosa…

e l’uomo diventa così inutile e insensata risulta 

la sua corrosa anima quando decide di dar vita alla sua forza…

se solo il mondo avesse tutto l’amore di una donna

la vita sarebbe più bella…

oggi c’è troppa aria inquinata e troppo rarefatta,

se solo il mondo avesse la fede di una donna…

No alla violenza sulle donne!

Raffaele

Mi accorgo

Mi accorgo che è arrivato l’inverno

senza nemmeno guardare e scrutare il calendario

da quando ho la voglia di indossare le mie calze di spugna!

I miei piedoni infreddoliti non reggono più

la sottile superficie del cotone!

 

Ps: cercherò dalla prossima settimana di creare una rubrica settimanale dal titolo “Sportivamente parlando…” in cui do voce alla mia passione a 360° per lo sport… Zero proclami, muto e in silenzio a cercare di realizzare questo piccolo nuovo spazio per il mio blog… ci proverò! 😛

Ciauuuuuuuuuuuu

Raffaele