Archivi giornalieri: 14 novembre 2017

Urlo

foto tratta dal web

 

Mani sporche

non oso far svenire la tua freschezza

dentro una purezza di un giorno

che dalle tue lacrime scelte presto morirà…

il meglio di una speranza

popolare è il paradosso di un bacio

ai piedi di un timido fiocco di neve…

accarezzo la tua immagine

frammentata nei ricordi della mia libertà

e sorridi ancora

una vita corrosa ai margini di un urlo

un bacio violento

che ne sarà della mia età?

Raffaele

“Non sarà un avventura…”

La disfatta dell’Italia di ieri a San Siro rappresenta per me una delle più grandi delusioni sportive vissute in 29 anni della mia esistenza. Non me l’aspettavo… ci ho creduto fino all’ultimo e mi specie guardare il prossimo mondiale in Russia con una partecipazione emotiva molto fredda e distaccata…

Abbiamo avuto una grande occasione ma l’abbiamo fallita… vi prego non parlatemi di rifondazione, di reset dell’intero movimento calcistico italiano… è un continuo e perenne arrampicarsi sugli specchi… una scusante secca e arida… i problemi sono altri…

Orgoglioso dei ragazzi che ieri hanno dato l’anima per 90 minuti, orgoglioso del tifo azzurro che ha spinto fin quando ha potuto i nostri azzurri… non mi sono piaciuti i fischi durante l’inno svedese… mi hanno fatto male al cuore…

I Pooh cantavano “noi con voi, voi con noi, per un sogno che non muore mai…” e penso al nostro capitano Gigi Buffon, un uomo vero che ieri ha accarezzato l’idea del suo sesto mondiale, un uomo vero che le sue lacrime sincere non risultano vane… lo sport è come la vita… a volte da, a volte toglie e se non si è ben preparati le ferite diventano molto profonde e difficili da rimarginare…

Si guarda avanti, voltare pagina e fare tesoro di questa sconfitta…

guardare avanti nonostante tutto…

Forza Italia!

Raffaele