Archivio mensile:dicembre 2017

Nessuna lista

Foto tratta dal web

Nessuna lista, nessun propositi per il nuovo anno che spero con il cuore che sia meraviglioso per ognuno di voi. Non farò schemi o elenchi su quello che vorrò o odierò fare nel nuovo anno, lascerò parlare il mio cuore che spesso ho trascurato e accantonato il suo ego in qualche silenzio sordo nella mia anima. Darò un pò più di spazio all’improvvisazione, voglio essere meno incatenato ai miei pregiudizi e ai miei pre-concetti da quattro soldi. Imparare di più a dire “chissenefrega” senza mancare di rispetto al mio tempo e alla mia storia. Essere più libero di sbagliare e di fare cavolate senza l’incombenza del passato da me rievocato in chiave assai critica negli ultimi miei post… ascoltare canzoni nuovi e leggere romanzi nascosti sotto la polvere del mio pensiero…

volermi bene e amarmi per quello che sono e che sarò,

nonostante tutto…

Ci si vede nel pomeriggio!

adesso basta essere serio, ritorno ad essere comico! 😛

Ciaoooooo

Raffaele

Lo dice l’oroscopo caro Fabio :D

Toro: “Il mondo della televisione, del cinema e della moda ti affascina: nei tuoi sogni vorresti avere la possibilità di recitare al cinema o di condurre lo show televisivo… ricorda che per arrivare al successo ti devi muovere con piccoli passi…”

Sentenzia così il mio futuro l’oroscopo di oggi! E in parte ci ha azzeccato perchè il mio sogno è recitare al cinema con Fabio de Luigi, il mio comico di riferimento e a cui mi ispiro 😛 😛 😛  Che poi se vi ricordate pochi giorni fa avevo pubblicato un post sulla mia comicità… che sia un segno del destinooooo?

Mai dire mai! 😀

bUON gIORNOOOOOOOOOOO! 😀

Raffaele

Respiro

foto tratta dal web

 

Il respiro rimane spoglio,

nudo nella sua anima

mentre cerca le sue vesti nel canto di mezzanotte.

Danzo, sopra le mie imperfezioni

danzo, intorno al tuo cuore

danzo e sudo peccati mai ammessi

oltre l’abisso delle tue labbra

io morirò…

immagine feconda

della mia vaga vita…

Raffaele

A.A.A cercasi un regista per l’Inter – Sportivamente parlando

Eh si proprio belle le festività che l’Inter mi sta regalando con la sua lenta agonia (sportivamente parlando, ovvio!) dopo un’inizio di stagione sorprendente. Ieri la sconfitta nel derby. Il Milan di Gattuso ha meritato di passare il turno mettendoci grinta e orgoglio che ahimè è mancata alla mia squadra. Tre sconfitte di fila che fanno parecchio riflettere per una squadra che fino a poco tempo fa era in testa alla classifica. I K.O. con Udinese e Sassuolo e l’imminente partita assai ostica con la temibile Lazio fanno pensare a un periodo davvero denso di riflessione. Spalletti è un grande allenatore ed io ho fiducia in lui ma credo che il modulo non sia ancora idoneo e cucito su misura su questa squadra. Manca un trequartista che faccia la differenza: Brozovic e Joao Mario fin qui solo comparse. Manca un regista che si prenda in mano la squadra e produca gioco. Gli acquisti dell’Inter quest’anno mi sono piaciuti davvero, dopo tante scommesse fallite. Vecino e Borja Valero sono degli ottimi giocatori… ma manca un vero playmaker, un vero costruttore di gioco per una squadra che crossa davvero tanto ma che finalizza poco. Gagliardini a mio modesto parere è solo un buon incontrista e non ha dei piedi “fatati”, Vecino ogni tanto ha buon iniziative, si propone ma non è il suo compito, Borja Valero è più utile da trequartista. Troppi passaggi in orizzontali e troppi tocchi dei centrali difensivi che non sanno davvero a chi passare la palla… ed è un peccato per un squadra comunque ben organizzata e che non butta mai via la palla… ma manca appunto un regista e a Gennaio è opportuno riparare a questo inconveniente… sarebbe un dramma per noi tifosi non qualificarci per l’ennesima volta in Champions… La squadra la vedo un pò stanca e appannata… bisogna reagire… E poi c’è il problema del nostro capitano Icardi, lasciato spesso troppo solo in area di rigore. Magari giocare con il 4-3-3 con inserimento dei centrocampisti non sarebbe male… ma non mi permetto di dare consigli al grande Luciano che sta facendo comunque un grande lavoro con quel che ha a sua disposizione… manca un regista, il film della mia squadra è ancora tutto da scrivere…

Il calcio non è difficile da capire, è un gioco semplice e bellissimo…

Buongiorno!!! 😀

Raffaele

Change

Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle.
(Denis Waitley)

In questi ultimi post mi sto ponendo molte riflessioni sulla mia esistenza, e questa citazione può essere il riassunto di tutti questi pensieri. Avere il coraggio e la responsabilità di cambiare le mie attuali condizioni. A volte, e lo sto imparando a mie spese, non serve stravolgere e rivoltare come un calzino la propria vita. Molto spesso ho voluto resettare ogni singola cosa che in me non andava. Ma il cambiamento, quello dell’anima parte delle piccole cose che neanche credevamo importanti o magari frivole, il cambiamento radicale può produrre uno scombussolamento del pensiero che non fa altro che aggiungere instabilità ai propri passi. Nuovi passi, un passo lento ma efficace e ciò che vorrei per il nuovo anno. Le famose liste dei buoni propositi a me non servono nulla se poi non ho il giusto spirito e la buona volontà che latita in qualche angolo del mio corpo. Pormi dei piccoli ma significativi traguardi senza correre maratone a cui non sono in grado, per ora di partecipare. Piccole sfide quotidiane da affrontare senza scappare o inventarmi qualche scusa come faccio al giorno d’oggi. Avere la consapevolezza di non essere inutile ma di valere per quello che farò in futuro e non in quello che ho consegnato alla storia, perchè il passato ormai non può regalare nulla. Far si che un nuovo giorno sia speciale e che non sia uguale all’altro. Far si che l’abitudine e la monotonia non prendano il sopravvento, ma osare anche con il rischio di cadere per un nuovo limite…

Piccola riflessione…

Buona Vita 🙂

Raffaele