Archivio mensile:gennaio 2018

Attimo improvviso

Crederti

nell’attimo improvviso

goccia che mai effimera

sulla mia pelle mai più diventerà,

chiederti perdono per il tempo perso

a pensarmi tra le vecchie foglie di un autunno

che ancora vivifica questa musica delle tue parole

in un immagine aggiunta in un lacrima,

perchè incontrarti solo in un altra vita

scorrendo le pagine assopite della mia anima

a me più non basta…

non mi basta…

Raffaele

Sognarti

foto tratta dal web

 

E adesso basta cercarti,

basta capire le tue lunghe pause che disegnano contorni effimeri,

basta parlare del “Noi” e del più e del meno

ingabbiati intorno alla promessa di vederci un giorno

meravigliarci nell’essere così tremendamente estranei

a questa vita

che per un pò a giocato, bambina viziata, a veder respirare

il nostro amore chiuso dentro una poesia, dentro un messaggio non visualizzato

dentro notti ad aspettare quel pensiero che mai più carne diventerà,

resterà solo l’illusione di un bacio dentro un sogno,

perchè si sognarti è il regalo più bello che mi potevo fare

in questo scorcio di inizio anno…

Raffaele

Playlist

Ho aggiornato poco fa la playlist del mio i-pod. Dopo tanto tempo avevo bisogno di fare una bella sforbiciata al mio buon amore e sono andato sul sicuro riproponendo il “best of” dei “Dire Straits” e la dolce musica soave dei “Explosion in the Sky”. Ho bisogno di riflettere e di pensare, ma anche di svagarmi un pò pensando il giusto, per capire chi sono e chi vorrò essere in questi miei ultimi mesi da ventenne. Mannaggi al me e al mio modo ossessivo del pensare come se fosse più importante del mio respiro! Per fortuna c’è la musica che mi accompagna fedele in ogni attimo della giornata. Mattina, pomeriggio e sera, lei c’è sempre! Ho conservato nella mia playlist Ligabue, Janis Joplin, Negramaro, Coldplay, King of Leon e qualche pezzo singolo. Ogni giorno, una nuova Vita da affrontare, un nuovo brano con cui emozionarmi…

E per voi quanto è importante la musica nella vostra Vita?

 

A volte mi chiedo perchè

foto tratta dal web

 

A volte mi chiedo perchè rimanga sdraiato sul letto della mia stanza a far entrare nel mio cuore tutta la tristezza di questo mondo, conscio del fatto che è solo contro-narcisismo che imprigiona la mia anima rendendola così tremendamente fragile a questa vita, la mia, che ora mi chiede indietro tutta la felicità abusata e sperperata anni fa. Mi sento confuso e ubriaco e ho capito che le lacrime servono ben poco se rimangono intrappolate nell’ipocrisia e se non vengono purificate da una realtà che comunque è qui a consolarmi…

Penso allo stress che dovrò affrontare per il campionato dei miei ragazzi, penso alla mia esistenza che rimane un grande punto interrogativo, penso agli altri miei amici che si realizzano come persona ed io che a malapena riesco a guardarmi nello specchio, penso al mio destino che mi prende in giro giocando e muovendomi come fossi un povero burattino… penso che sto sprecando troppo tempo e che l’esplosione nel volo in un cielo stellato è rimandato all’anno avvenire…. e che posso stare fino all’infinito ad ascoltare tracce musicale di cui non comprendo le loro parole, penso a quanto mi manca l’abbraccio di una donna… penso… è quello il problema…

Divagazioni pensierosi di una mattina qualunque… 😀

Raffaele