Archivi giornalieri: 10 gennaio 2018

Var a capire sta Var – Sportivamente parlando

foto tratta dal web

 

Perdonatemi la deficienza completa del mio titolo ma c’è l’avevo da un paio di giorni nella mia mente! ahahah

Eh si la tanto desiderata moviola in campo è ormai elemento di discussione dovunque nella nostra vita sociale, persino a chi non ama e odia il calcio avrà sentito parlare della Var e dei casini che sta combinando. Non entro nel merito altrimenti vi potrei annoiare. Dico soltanto che la Moviola in campo sia un gran passo avanti anche a livello culturale per il calcio. Sono convinto che aiuta gli arbitri e non li sostituisca o li penalizza e che le partite non vengono più robotizzate o si perda il senso più profondo del calcio. Sono diminuiti gli errori e sono state agevolate le scelte arbitrali. Ma ahimè non si è ben capito come dover usare correttamente questa Var. Anche con la Var le polemiche ci sono se non moltiplicate, ci si lamentava prima e anche ora. Le regole come le leggi ci sono ma vanno applicate nel migliore dei modi e in maniera chiara e trasparente. Si sbaglia addirittura a scegliere l’episodio da dover mettere sotto la lente della moviola o a volte gli arbitri forse per eccessiva sicurezza non la utilizzano. Nel rugby non è l’arbitro in campo che decide ma è l’arbitro in “cabina di regia” che dover aver visto sul monitor l’episodio incriminato decide il da farsi. Nel calcio l’ultima parola spetta all’arbitro che dirige la partita e spesso gli episodi da dover sottoporre al suo giudizio finale e che vengono proposti non sono corretti. Non vado a citare i vari grossolani errori avvenuti in questa prima parte di stagione… Stiamo ancora in fase di rodaggio, ahimè!

Nel basket, nel rugby, nel tennis, nel volley sport con una collaudata ed efficiente utilizzo utilizzo della moviola… il calcio è arrivato un pò tardi ma ci è arrivato… forse correndo un pò troppo… un bel respiro e mente lucida…

C’è un pò di casino e ci vuole comunque più ordine, perchè ritengo che la Var può in parte alleviare i malanni di questo sport ma noi italiani amiamo sempre e comunque complicarci la vita…

Raffaele

Pubblicità