Archivi giornalieri: 25 gennaio 2018

se solo io potessi…

Se solo io potessi mi staccherei dall’invisibile profumo della felicità che ha ricamato in me altrui illusioni, molte grazie per i suoi fratelli e sorelle generati in un brivido incompiuto che ora sorseggia un futuro incline agli sbalzi d’umore. Un futuro arroccato dentro a una ipotesi che prende la delicatezza della tua pelle, non ho perso niente alla fine se non la ragione di un ricordo attorcigliato a un imprudente e veloce sogno. 17.26 di un giorno qualunque, di un giorno da timbrare e obiterare per partire chissà dove, dimenticando il mio risveglio, facendo sbiadire quell’alone di mistero quando mi scruto curioso davanti allo specchio. “Sono veramente io, quello che cerco di riempire il suo volto con un sorriso”. E così tutti i giorni, cerco una risposta tra una assolata e fresca canzone rock del Liga e i sorsi di veleno quando spalanco la mia comicità stravagante di un mondo che nonostante tutto non affonda nel centro di una primavera che prima o poi ci farò amicizia. Quanti treni sono stati puntuali con le mie vite e quanti ho preferito ignorarli credendo in una unica sfumatura della luna che a braccia conserte mi fissa dall’alto del suo inferno, mentre la notte cala ed io scrivo cazzate, nonostante tutte le mie vite appese in diversi secondi di un tempo pallido e troppo istintivo. Istintivo, non cerco l’attesa del compimento, non cerco l’inarcamento di una nota che cita me anche se non sono presente con il piacere non sentendo l’onda che sbatte contro le mie fragilità, un urlo che sente bene la sua vita.

Raffaele

Pubblicità