Archivio mensile:aprile 2018

Perchè… bhò…

foto tratta dal web

 

Bhò è un periodo di profonda mia testardaggine… mi sto fissando di essere un pò più social su face cercando di portare il pensiero, la parola e la poesia li, ma proprio li con scarsi risultati… perchè mi fisso non so!

Come adesso mi sto fissando tutte le mattine nel vedermi il video sulla pagina di Don Matteo, un video che riprende il finale della puntata e della serie del “parrocco più famoso della nostra televisione” in cui il pubblico ministero Marco Nardi, interpretato da Maurizio Lastrico, confessa tutto il suo amore per il Capitano dei Carabinieri interpretato dalla bravissima e giovane attrice Maria Chiara Giannetta… Un video di soli due minuti ma che continua sempre ad emozionarmi senza una valida ragione… ????

Non sono innamorato dell’amore in questo momento, anzi ci litigo spesso, cercando di riparare tutti quei danni compiuti in passato. Un passato che ritorna e mi fa sentire un pò fragile all’inerzia del tempo che fra poco mi catapulterà nel mondo degli adulti senza aver goduto appieno dell’ebrezza della gioventù. Non ho lasciato ancora nessuna traccia ben visibile nel percorso ricco di ostacoli dell’amore… e a volte mi chiedo se tutte queste mie cadute sono frutto solo della mia incoscienza e della mia testardaggine… se è solo colpa mia se adesso cammino solo con la mia ombra… e questo video involontariamente mi fa tremare dalla voglia di ritornare indietro e non buttarmi via per scelte che ora, a distanza di anni, le ritengo stupide…

E intanto continuo a vederlo… sognando un giorno di rivivere le stesse emozioni…

Raffaele

Parlami

foto tratta dal web

 

Parlami dei tuoi 18 anni nell’assorbimento più fragile di questo attimo

vissuto con te. Per un attimo un abbraccio risolve tutti questi problemi che sembrano diventare grandi

insieme a noi,

per un attimo restiamo sospesi tra il fascino violento della delicatezza della nostra pelle e il brivido eterno di questo fuoco che si è acceso in noi in questa perfezione che non ferma la paura di restare

solo uguali.

Discorsi strappati a morsi, assorti solo dalla brillantezza dei nostri occhi che sembrano peccare nel cogliere impreparato il nostro attimo a comprare il pane prima che il cuore chiuda le sue frontiere. Nessuna parvenza nello sfinimento benevolo di queste parole innamorate del tuo

ricordo,

Raffaele

 

 

Noi bambini

“A volte, noi bambini di questa umanità, abbiamo il mal di pancia per il poco spazio fisico che ci resta, per il poco e precario spargimento di sogni intorno ad un aquilone che esattamente come l’umanità è libero di destreggiarsi, libero, in un cielo che per ora rimane pulito dal nostro sbiadito risveglio… facciamo si che la Vita non diventi un termine generico quasi fosse un paradosso morale…

Raffaele

Eroici

Sono stati “Eroici” i miei Campioni ieri nella nostra terzultima partita di Campionato. Siamo riusciti a fermare la capolista imponendoli un 3-3, un risultato fino alla fine in bilico. Eroici perchè i miei ragazzi hanno lottato e combattuto tenendo testa alla migliore squadra del torneo. Per esigenze di carattere tecnico il nostro attaccante ha dovuto fare il difensore centrale per sopperire ai loro attaccanti dinamici e veloci. Lo ammetto… nemmeno io ci credevo a un simile risultato, ho sempre creduto nei miei ragazzi ma non pensavo fino a questo punto, imponendo una ottima prestazione e rischiando anche di vincerla, alla fine, la partita. Un ora di partita in cui il mio cuore stava per esplodere per le immense emozioni vissute ieri. Alla fine al rientro al casa i complimenti della nostra associazione. Con i playoff assicurati, cercheremo di chiudere degnamente le ultime due partite sperando che i miei ragazzi non siano “sazi” dopo la prova di ieri, ma che sia una tappa di crescita per la loro giovane Vita…

Io sono solo un allenatore improvvisato, che grida e urla… il merito è tutto loro che hanno creduto in questa impresa…

Forza Invictus!!!

Buona Domenica!!! 😀

Raffaele