Archivi giornalieri: 27 Maggio 2018

Sbagliare è umano. Punto!

Sbagliare è umano. Punto. Nella vita come nello sport.

Loris Karius, 24 anni, tedesco portiere titolare del Liverpool. Dopo essere cresciuto nelle giovanili del Manchester City ha iniziato la sua carriera nel mondo del professionismo nella sua nazione tra le file del Mainz per poi essere acquistato dai Reds nell’estate del 2016.

Ieri nella finale di Champions League è entrato nella storia, purtroppo per lui, per due gravi errori che hanno permesso prima a Benzema e poi a Bale di segnare due preziosi gol per il successo finale del Real. Ha commesso due gravi incertezze proprio nella partita, forse, più importante della sua ancora giovane carriera. Due leggerezze che rimarranno indelebili nel suo percorso di crescita. Inutile sottolineare che al termine dell’incontro era visibilmente scosso, amareggiato e triste per la sua prestazione. Non sapremo mai se il Liverpool senza le sue due papere avesse vinto al Coppa. Adesso si deve rialzare, da uomo, da ragazzo che fa il lavoro più bello al mondo. Riprendere a sorridere, riprendere a essere il guardiano della porta della squadra più gloriosa del mondo. La storia non si cancella, ma la si può riscrivere. Chissà per quanto tempo ripenserà al tiro da oltre 30 metri di Bale. Chissà quante volte penserà al passaggio intercettato dall’attaccante avversario. Avere il coraggio di ammettere le sue colpe e ritornare più forte di prima. Non credo nelle raccomandazioni, sinceramente, se giochi e se sei titolare in una grande squadra è perchè te lo meriti. Pure Keylor Navas, il suo collega nonostante qualche incertezza nelle uscite alte, resta comunque un grande portiere…. Non si può giudicare solo per una partita…

Coraggio Karius!

Raffaele