Archivi giornalieri: 2 settembre 2018

Poesia improvvisata

Credere nello stuzzicare parole nuove da comprendere l’efficacia di un mite gesto oltre queste mura io proverò a resistere all’intemperanza di una anima così splendente che neanche il cielo sa contenere la sua emozione… ed è qui che io ripartirò allo scoccare di una friabile attesa che consumerà il mio domani mentre il mio cuore intercette scie di stelle che da un tuo pensiero scenderanno giù, cosa voglio di più se non te che fa impazzire questi secondi che ci dividono e mi stordiscono come una musica alta in pieno giorno, fluidificheranno questi colori della tua pelle che inteneriscono quel tuo sorriso mentre cerco un fiore da porgerti in religioso silenzio…

Raffaele

Persone da evitare

E fu così che oggi i miei due migliori amici mi hanno costretto con dovuta insistenza ad uscire con loro alla fiera del mio paese. Non volevo uscire un pò per pigrizia e un pò perchè ultimamente non sono molto propenso ad “espormi” in piazza o al castello… insomma uscire nel mio paese… Motivo? Bhè dovrei evitare un pò di gente, amici con il quale ho litigato e non vado d’accordo… il paese è piccolo… Certo non è che mi devo murare vivo in casa però tendo più ad uscire fuori. Mi sento più spensierato. Gli altri non si fanno problemi. Io si… e alla fine alla Fiera non ho trovato nessuno dei miei amici, fortunatamente. Avevo 100 occhi che guardavano in ogni direzioni pronti a scrutare il pericolo. Ho scherzato e mi sono divertito, mille problemi mentali che mi faccio sempre e di cui mi ritengo un maestro… alla fine con la coscienza sto a posto anche se con le relazioni sociali sono una frana, specie con le ragazze, però la paura di rimettermi in gioco era troppo forte. Ho smesso e non farò più l’educatore e non mi dispiace per niente, ho dato tutto e non saprei dare altro ai ragazzi del mio oratorio. Ho deciso di prendermi un anno sabbatico con il mio mondo, diciamo così, ricostruendo quello che in me ancora non c’è…

Raffaele