Archivi giornalieri: 15 settembre 2018

Ancora no…

Futili e ingenui “No” che comunque mi fanno capire che nel mio mondo, forse, valgo qualcosa… non uscire con gli Amici, nemmeno alla festa patronale e al concerto; non fare più l’educatore all’Oratorio; non giocare più a calcetto rifiutando tanti inviti; litigare nel silenzio con mio padre per un concorso… insomma questo periodo è davvero ricco di emozioni! 🙂

E’ come se ho la voglia e il desiderio di chiudermi in me stesso, dopo una vita vissuta tra esperienze e belle emozioni. E come se rifiutassi di provare un alternativa felicità e se ancora l’inverno deve arrivare… il mio posto vicino al caminetto è già li sistemato…

Negarmi al mondo, rifugiandomi nella lettura e nella scrittura e forse stroncare il mio tempo… e come se mi fosse bloccato il mio pensiero e ingabbiato l’anima al rintocco dei 30 anni appena compiuti… e come se all’improvviso non ricordo più come si nuota, boccheggiando tra scuse di cera o non ricordassi più andare in bicicletta continuando a cadere e ferirmi inutilmente lungo la mia via profanata da continui echi di solitudine…

E come se la mia Vita, un pò come una professoressa, mi sorprende con una verifica a sorpresa ed io la notte al posto di studiare ho preferito godere delle mie illusioni…

Mhà… io continuo a non capire niente…

continuo a non capirmi…

Raffaele