Credevo in una bugia

foto tratta dal web

 

Credevo che il destino esistesse veramente, che l’incontro con una ragazza vista come quella dei miei sogni era frutto di un piano, di un progetto che la vita mi stava gratuitamente donando… credevo… e invece è così che per cena mangerò una bella minestra di sassi giusto per capire bene che la fame nell’amore è un diritto non più a me riservato… credere che forzare le lancette dell’orologio non produca effetti benevoli in un incontro ma esse si sono staccate dal tempo e hanno preso orizzonti diversi… credevo di rispecchiarmi nella foto, nella tua, potesse essere in me motivo di pace, ma non di follia perchè quell’orizzonte che sovrasta la tua pelle di seta spetta agli altri che sono più intelligenti nel capire le dinamiche di un gioco in cui ho solo le istruzioni in lingua straniera… perchè i sogni li posso corteggiare solo se già so che il mio cuore ha le pile cariche per durare l’eternità e non pochi istanti della mia illusione…

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...