Archivi giornalieri: 5 novembre 2018

Ogni volta che…

Ogni volta che sono giù di morale. Quel sentimento tetro che mi fa mancare la terra sotto i piedi, che le nuvole con cui sognare si impregnino di veleno e che la luna mostri la sua parte peggiore di se quasi non volesse più donarmi la sua magia perchè il credito con la bellezza per me è finito. Quando capisco che le parole non mi bastano più, un rigurgito di un bambino viziato che non vuole più smettere di combinare guai nonostante i rimproveri dei propri genitori che con enormi sacrifici cercano di garantirmi un futuro decente. Quando la libertà di un sorriso diventa lesiva e quasi sembra stonare con il vestito di cera che ora indosso, privo di colori che per un pò hanno estasiato ogni mio piacere, quando il massimo piacere spetta solo agli altri ma non a me che al massimo ad una festa posso ballare con un manico di scopa. Quando capisci che “la vita la capisce chi è più pratico” ma una volta trovate le istruzioni sono in finlandese, quando i calli alle mani mi vengono appena afferro un sogno e lo getto via alla prima fermata in uno sconosciuto autogrill, quando non posso fare a meno della scrittura come la sigaretta dopo aver fatto l’amore quell’amore visto solo nei film o negli abbracci dei tuoi migliori amici… quando sbaglio a mettere la sveglia del mio tempo che ancora mi osserva cupo perchè proprio dal mio letto non voglio proprio scendere come se fosse la mia culla perchè forse piango più ora che da neonato, quando capisco che volersi bene non è peccato e che mollare tutto come una barca che sta a fondare non serva poi a molto perchè se dovrò affogare affogherò con i miei stessi pensieri… quando penso a tutto ciò mi ascolto questa canzone e lascerò fare al caso… caso mai ci ripenso un’altra volta…

https://www.youtube.com/watch?v=CvDJWgbIsOs