Occhi rossi

Ho ancora gli occhi rossi, di un sonno forzato, dopo un giorno buttato via alla ricerca di uno studio che credo sia inutile. Ed è proprio ora che dovrei rialzarmi per provare a dare un senso al mio mio gioco che una parte di me si sbriciola, diventando polverosa. Quella polvere che entra in circolo, infettando quel buon sangue che porta nutrimento al mio pensiero… perchè provare a fare una cosa contro il proprio desiderio o semplicemente avere la consapevolezza che quello sforzo può risultare vano mi rende terribilmente ridicolo e acido come un vino servito in una tavola dove ci sono ospiti indesiderati. Ho provato a nascondermi ma non conosco posti che accolgono la mia ipocrisia… perchè ancora non riesco a scorgere dove sia il mio posto tra i banchi della vita… essere studioso e caparbio, oppure svogliato e assente. Ecco, assente. A volte mi stacco completamente da questa vita e vivo dentro un sogno tutto mio sperando che i giorni restino immuni a questa mia ipocrisia. Ma non è così. Credere di far del bene attraverso la buona condotta delle mie parole ma un giorno pagherò il conto per questa mia assidua assenza di affrontare questa maledetta realtà…

Raffaele

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...