Archivio mensile:maggio 2019

Scelte

Sto pagando adesso tutte le mie scelte sbagliate degli anni precedenti. Ho vissuto in completa illusione tutta la mia giovinezza ed ora nemmeno una carezza che mi porta lontano. Non mi va di aspettare e di credere nella pazienza di un ideale. Non credo di essere ideale per un determinato format televisivo e la vita mi giudica e commenta severamente le mie performance teatrali. Essere un comico ed imparare ad arrangiarsi tenendo in mano una copia di una sceneggiatura non più consona alla mia arte. Mi metto da parte per un pò? Non saprei, non, non vorrei saperlo ora mentre tu ti diverti a vedermi crogiolare in questa lunga attesa… un messaggio di qualunque valenza… non chiedo alto…

Amaro

Mestiere

foto tratta dal web

Da grande cosa vorresti fare?

Il comico!

E mi ritrovo a 31 anni a desiderare ancora questo pensiero… perchè mi sento in debito con il destino e con chi mi ha regalato gratuitamente un abbraccio o un frammento del suo cielo… e sembrerà strano ma Charlot, in questa foto, sembra eternamente dubbioso e pensieroso… un pò come me!

 

Illusione… – poesia istantanea

ed ho scoperto tra le carte di questa vita di essere solo una fantomatica illusione che annebbia tutto il contrario di tutto, che percuote il futuro solo per avere una residua rivincita nel passato. Non ho mai tirato troppi secchi d’acqua nel mio mulino e i miei sogni rimangono troppo esposti sul corrosivo vento d’amianto. Un pianto non può cancellare ciò che non ho mai mitigato su questo confine di esilaranti parole confinato. Filo spinato per non evadere da altrui premura, da questa arsura che sradica le radici del mio essere. Un leggero malessere e riprendo vita contrita di amabili canti le cui muse ormai tardano ad assiepare le mie notti…

Amaro

Non pensarmi più… – poesia istantanea

era solo un like, un apprezzamento disordinato per il mio pensiero ostinato che reggeva questo sogno ora affranto… sai a cosa pensavo? ora che non se più qui mentre chiudi la porta non lasciandomi nemmeno uno spiraglio di luce. Il mio desiderio più grande era ballare, in piena pazzia emotiva, vicino al mare tra le note di “Rain” dei Simply Three… una canzone consumata a dovere quasi ad arrivare un ossessione per questi giorni in cui ti ho creduto mia… ed io che ho le sembianze di un tricheco e l’eleganza di un bradipo avrei fatto questa pazzia per te. Fregarmene del mio rigore e metodico uso dei miei istanti e avrei ballato ora e per sempre con te… ed ora che scrivo questo assurdo post penso a quante volte vedendo una ragazza avrò espresso questa frase :”Non troverò mai una ragazza di una bellezza angelica come la sua!” l’avrò detta almeno 6/7 volte negli ultimi 3 mesi… pensa un pò con che tipo per poco non ti relazionavi… non sentirò mai la tua voce ma ho già impresso in questa scatola arrugginita che chiamo con sarcasmo cuore le tue sembianze che presto diventeranno dimenticanze… E mi sentirò un idiota, codardo e ipocrita quando dirò alla mia futura vita “quanto sei bella” perchè sul finire del mio tramonto c’eri tu… Ma non riesco e non posso osare che tutto finisca qui. Un like non corrisposto…

Amaro

Leggerti… – poesia istantanea

leggerti e crederti sono un riflesso del mio cuore,

ho paura che sia già tutto qui il mio destino.

Non pubblicarmi nessuna emozione,

non ho voce per gridare ciò che nei miei pensieri

ancora non vuol morire. Ho paura che la mia musica

sia per te un eco lontano e disgiunto nella periferia

della tua pelle ben levigata dal tuo sole…

e lo so che sono bravo a scrivere poesie o lunghe litanie

ma sono solo un comico che ha perso la sua

ispirazione,

sei tuoi il mio sorriso,

non serve altro da aggiungere…

 

Amaro