Reputo

Reputo la gestione del mio tempo farraginosa e invidiosa dell’operato altrui, non contando i secondi ma i chilometri che servono ad attraversare l’altra metà della riva del mio pensiero che si fa fitto come una nebbia insolita tra le campagne del mio paese… ed è solo una schioccare di una miccia e il tempo inizia a barcollare e a sentirsi confuso come avesse passato una notte in una osteria a dimenticarsi e a ricordarsi i disastri di una vita tesa a spazzare via ogni briciola di pane che saziava un pò…. poi c’ho messo del mio rattoppando goffamente strati di pezza di un vestito consumato fin dall’estremità di una speranza veritiera fino al compimento della perduta e venduta giovinezza…

Raffaele

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...