Mi hanno colpito

Mi hanno colpito le immagini dei vari assembramenti dei giovani vicino ai locali. Alcuni senza mascherina e con il distanziamento andato in malora. Sono un giovane anche io anche se inizio ad intravedere qualche riflesso del mondo adulto e in parte potrei capire qualche esile atteggiamento di questi giovani dopo un anno che ha visto privarsi della loro libertà e in parte capisco il giudizio molto severo dei grandi. Ma noi giovani dobbiamo capire che la libertà tanto evocata di questa tempi va conquistata anche con la forza della disperazione e non solo con l’enfasi di una ostentata ribellione. I giovani devono capire che la felicità la si può scorgere anche tra le piccole cose, quelle esili e che a volte sfuggono da ogni nostra mite attenzione. Io non sono un moralista e non lo farò nemmeno con i miei coetani ma per esempio io stasera sto andando in oratorio con solo 3 amici per passare a malapena una mezzoretta insieme, se ci va bene. Sono forse esagerato o eccessivamente prudente? Non lo so… so soltanto che mi basta solo quel piccolo tempo per divertirmi senza andare per forza a bermi un drink in mezzo a centinaio di persone. E non ci credo quando dicono in giro che i giovani sono prevalenti incoscienti… bisogna stringere soltanto i denti… anche perchè fin quando una persona sarà etichettata come giovane non solo nella sua carta di identità avrà sempre gli occhi addosso, è così purtroppo… riscopriamo il valore di una chiamata, di un messaggio, diamo valore a questo silenzio… è una realtà nuova per tutti, in fin dei conti anche loro stanno diventando maturi prima del dovuto. Ancora un pò di sacrificio anche perchè solo quando ritorneremo ad essere veramente liberi ne capiremo la sua vera essenza. La mancanza di libertà non vuol dire digiunare emotivamente, non vuol dire smettere di innamorarsi, soltanto dobbiamo modellare diversamente la nostra esistenza. Facciamo come i bambini a cui basta un foglio bianco e una matita per iniziare a sognare…

Raffaele

2 pensieri su “Mi hanno colpito

  1. Vorrei conoscerti di persona solo per stringerti la mano (o il gomito hahah) non sai quante volte ho fatto questi discorsi con quelle poche amiche che rispettano le regole.. eppure rinuncerei mille volte alla movida per poterci vedere ogni giorno per un caffè

    1. Hei Ciao Penny! Ti ringrazio della stima 🙂 se devo essere sincero per questi temi che affronto ho una musa ispiratrice ovvero te! sei così brava ad esporre ogni tua riflessione con quella innocenza che ancora contraddistingue la tua giovane età 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...