Mi manchi Vita mia,

Mi manchi Vita mia,

tra le arsure barocche nelle mie primaverili gioie, tra una sonorità di un cielo che risente di questa pesantezza che ogni tanto mi assale quando tra la tempesta e il mite vagare cerco una risoluta nitidezza nei limiti della legge. Piccole dosi di veleno nel brulicare di questa aristocratica malinconia, veleno sulla pelle, sulla superfice ossea delle incombenze del mio destino. Lo so che il richiamo della passione è più forte di un eco di un corpo che mi aspetta nel crepitio di una voce che resta assorta all’improvviso, tra fuochi di bengala e risate fragorose agli occhi materni della morte…

Raffaele

Pubblicità

1 pensiero su “Mi manchi Vita mia,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...