Leggero

Ultimamente qui sul blog e anche tramite le storie su Instagram sto parlando delle mie fragilità. Ne ho bisogno, non per mettere pubblicamente in vetrina le mie debolezze e farmi carino di fronte agli occhi pietosi della gente ma per ho voglia di sfogarmi e di far emergere in maniera del tutto confidenziale le mie fragilità… senza esagerare e con quella discreta intimità che mi riserbo ancora per me. Si evince che la mia anima è alla ricerca di un percorso, di una strada anche sterrata da poter percorrere, in un orizzonte ben limpido prima che la sera copra tutte le mie tracce e il buio mi faccia dimenticare chi ero fino a pochi istanti prima. Non ho paura di confessarmi, di espiare i miei peccati e la mia imperfezione. Non voglio fare la rivoluzione con le mie parole, non voglio essere capito o consolato ma semmai ascoltato nel ticchettio di un orologio che ormai mi fa ombra con il mio passato. Vorrei a volte dimenticarmi, a volte riscoprimi attraverso le mie fragilità. Vorrei un respiro meno affannoso e imparare a fare lo stronzo con il mio destino. Vorrei che il mio pensiero fosse leggero come una soffice nuvola di cotone e non come una matassa di filamenti di piombo… ecco, sentirmi leggero. Nudo o vestito poco importa ma leggero nell’anima.

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...