Di chi è la colpa?

Lo spettacolo un pò porno della politica italiana. Una spettacolo che non vede ne vincitori e ne vinti. Una drammaturgia del racconto che sfiora l’invero simile. Idee di complotto. Ideologie ramificate intorno a specchi su cui arrampicarsi in casi di necessità.

Il mea culpa che diventa un a reliquia con cui digiunare in casi di carestia.

Vorrei vivere dentro un voto segreto. Vorrei amare segretamente, peccare segretamente.

Un pensiero che diventa elastico come un pezzo di marmo.

“Certe notti somigliano ad un vizio che non voglion smettere, smettere mai…”

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...