…non decido io.

Sono una persona molto ansiosa. Da un anno a questa parte sto provando a convivere con questa forma “provocatoria” del mio pensiero. Devo avere sempre tutto sotto controllo. Gli imprevisti creano in me dei forti terremoti a cui delle volte non so dare una spiegazione. Mi programmo la mia giornata in ogni minimo dettaglio non comprendendo a fondo che gli acquazzoni estivi del mio destino sono la più sublime purificazione della mia anima.

Alle 17.30 ho una visita medica e spero che non duri molto. Vorrei farcela per accompagnare i miei ragazzi dell’oratorio per farli disputare una amichevole e passare insieme a loro e al mio Don una bella serata in amicizia e spensieratezza. Vorrei, ma non sono io che dedico le traiettorie del mio tempo. Non sono io che decido ma posso suggerire al mio fato come muoversi nel prossimo futuro che si fa amico e che piano piano si fa più confidenziale.

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...