Forse sono uguale a te.

Forse sono uguale a te. Latte con il caffè. Facciamo colazione insieme. Ombre colorate. Burro e marmellata, nuova enfasi a questa nostra storia appena assaporata.

Forse sono uguale a te. Bagno di mezzanotte. Privi di vestiti, ci infrangiamo contro le onde prima che il tempo ci disegni nuove profondità nell’incavo di un soggiorno nel tramonto di questa precarietà.

Forse sono uguale a te. Musica classica di buon mattino, osserviamo la preghiera da vicino. Il lento andare del vociferare di questi giorni senza una destinazione, senza sentimento affranto e mal interpretato.

Raffaele

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...