Archivi giornalieri: 1 gennaio 2022

Vorrei…

Vorrei che questo nuovo anno portasse in me un nuovo pensiero. Un nuovo modo di vedere il mio paesaggio, di comprendere meglio i miei tramonti e di fare amicizia con le mie paure e le mie follie di un giorno di pioggia.

Vorrei imparare a volare. Di schivare i pregiudizi del mio passato e di ammirare e non bestemmiare sulle traiettorie obsolete e vertiginose del mio destino.

Vorrei smettere di considerarmi un manichino. L’ombra di me stesso. Di provare a leggere sfumature ingombranti del mio presente. Di sapermi trafiggere dal cuore di nuovi colori di un cielo ancora non contemplato con le giuste melodie delle mie lacrime.

Vorrei saper prendere tra le mie mani una piccola croce e sapermi affidare alla Sua Parola e anche se non comprendo ancora il Suo Mistero riporre nella sofferenza i restanti miei giorni. Che la quotidiana preghiera non sia motivo di vanità ma ricerca della mia intimità spirituale troppo spesso imperfetta, robotica e malinconica. Che quella Croce sia balsamo con cui la mia anima si purifichi e si disseti del Suo Eterno Amore nella mia più totale miseria e inquietudine.

Vorrei, infine, arrivare al primo giorno del prossimo anno con la coscienza pulita. Una coscienza priva di infezioni e correzioni tratte da un analfabetismo dei miei sentimenti… ascoltando musica classica anche quando ho bisogno di stare solo per non soffrire la fame del mio tempo.

Buon Anno!

Raffaele