Archivio mensile:Maggio 2022

Sbaglio tutto

Purtroppo dopo 4 anni di Instagram ancora non ho capito nulla dei suoi meccanismi e dei suoi pensieri. Attraverso le mie poesie è emersa quella parte malinconica di me che io volevo tenere nascosta, ho trasformato i Social in un motivo per raccattare qualche like e visibilità e conoscere qualche ragazza. Ma ho sbagliato tutto. Sono entrato in un vortice dove faccio fatica ad uscire. Ho sperimentato il fallimento di un messaggio visualizzato ma senza risposta, dei pochi consensi per un mio pensiero o del vuoto delle mie Dirette. Ho rischiato di far nascere un’anima priva della stessa anima, raggomitolata su stessa da delle lacrime che rischiavano di essere prive di sapore… Non so cosa ho voluto da Instagram in questi 4 anni. Faccio fatica a capire il mio percorso e se la direzione è quella giusta. Ma soprattutto se vale ancora la pena creare in me una nuova dimensione che rischia di far morire una naturale, mia, emozione.

“Ciò che sono, forse, non lo sarò mai…”

Raffaele

Ritrovare la dignità e la felicità di un mio successo…

Due giorni fa una mia amica mi ha fatto un rimprovero: “Raffaele ti umili troppo per i tuoi fallimenti e non ti esalti per i tuoi successi…”

Forse pecco di eccessiva umiltà o forse mi ritengo “un ottimista non praticante” sta di fatto che la frase della mia amica è una sentenza sul mio carattere e sul mio pensiero.

Non godo dei miei successi perchè li ritengo una facile conquista o qualcosa di già scontato.

I miei fallimenti lasciano un segno più profondo e marcato nel mio cuore.

Ma dovrei, con pazienza, a dare risalto alle mie piccole conquiste giornaliere. Piccole per gli altri ma di grande valore per me. Il fatto di soffrire di attacchi di ansia mi ha fatto perdere un pò di sicurezza con me stesso e questo ha gravato sulla mia indipendenza anche nelle cose più semplici.

E’ cose se facessi un gol al novantesimo quando ormai la partita sembra persa ma non mi rendo conto che quell’ultimo gol vale un pezzo della mia dignità e un pezzo della mia felicità…

Raffaele

Chi è senza peccato scagli la prima pietra.

Credo molto, da Cristiano, al Sacramento della Confessione.

Mi è capitato ieri pomeriggio di confessarmi, di purificarmi, di dare una lucidata alla mia anima che per almeno per un pò aggiornerà i battiti del suo cuore.

La novità che ti provoca questo Sacramento è un nuovo respiro, una nuova forma di libertà e di limpidezza.

Siamo essere umani e di natura peccatori, nulla di nuovo ma ricevere la Misericordia del Signore è un bene che un fedele non può rinunciare.

A volte mi capita di tradire la Fiducia del suo Amore, dei miei familiari e dei miei amici. Decido di vivere e di dimorare nei miei tramonti e di eclissare ogni forma di felicità spegnendo ogni forma ribelle della Bellezza della mia Vita.

“Anche Giuda, scelto da Gesù, lo ha tradito…” Riflessione del mio Parroco.

Ogni giorno siamo chiamati alla Conversione: un abbraccio, una carezza sono tutte forme d’amore che ci spingono ad evangelizzare il Suo Amore.

E quando si riceve il Perdono è un pò quando si riceve un lungo e interminabile richiamo all’Esistenza.

Ogni Vita ha al suo interno un’altra Vita…

Raffaele

Sperimentarsi

Ho iniziato a produrre su Instagram delle brevi Video-Storie della durata massimo di un minuto dove io mi racconto, esprimo i miei pensieri. Insomma come se proponessi il menù del giorno.

E questo menù, quasi giornaliero, sembra funzionare. Ho dei riscontri positivi a riguardo. Il novanta per cento segue tutto il mio pensiero inserendoci qualche commento o considerazione.

Lo faccio per gioco, per divertimento e per sperimentare un mio nuovo linguaggio, una mia nuova forma comunicativa. Potrei anche leggere una mia poesia, recitare un verso musicale che mi ha colpito in quel momento o esprimere una tenue opinione.

Non saprei ma per ora, ci sono e si vede 😀

Raffaele