Perdita di equilibrio

Ricadere.

Ancora una volta.

Sporcarsi della propria ombra.

Rinnegarsi al mattino ancor prima di vedere il proprio volto riflesso in una antica memoria.

Perdita di equilibrio.

Fanno male ginocchio. Il peso dell’eterno racchiuso in una salata lacrima.

Non riconoscersi più dentro una parola.

Provare ad evadere dal profumo della primavera.

Il chiasso dell’estate e la sua frenesia, ora non ci voleva.

Raffaele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...