Tutti gli articoli di "lascia vivere il pensiero"

Purtroppo

Mi manca la mia Vita in Oratorio a 360 gradi.

Il Covid ha rovinato tutto.

Certo, gli ultimi anni ho vissuto la parte sportiva dell’Oratorio: ovvero l’Anspi.

Ho interrotto il mio rapporto con l’Azione Cattolica ormai 7 anni fa e avrei voluto nell’ultimo periodo ritornare ad assaggiare quelle belle emozioni ma la pandemia ha stravolto tutto.

Mi mancano tanto gli incontri del sabato sera con noi giovani e la domenica mattina con l’Acr.

Mi mancano le partite di calcetto, o le serate con il nostro gruppo di amici, i vari momenti di preghiera e le serate in pizzeria.

Ma nell’ultimo periodo mi sono consolato, tra virgolette, con l’Anspi che mi tiene impegnato 4 volte alla settimana ma l’Azione Cattolica, vissuta 10 anni, è un qualcosa che mi manca tanto.

Attraverso la scrittura di questo e nel ricordo di questi momenti un pò mi commuovo, se devo essere sincero.

Ma l’importante è averli vissuti quei momenti che non sfiorati almeno.

E’ dal lontano 2004 che vivo l’Oratorio e grazie al Signore fare l’Educatore è una gran bella figata!

Raffaele

Pubblicità

Non sto poi messo così male…

Mi è capitato ieri sera, durante l’allenamento di calcetto, di fare una intera partitella della durata di 45 minuti giocando in mezzo al campo, nella fattispecie come difensore centrale giusto per essere in 10.

Non avendo una grande dote atletica, in mezzo agli adolescenti, me la sono cavata, tenendo il loro “ritmo” e addirittura segnando un gol.

Eh lo Zio Raffy non delude mai le aspettative!

La mia vecchiaia si fa sentire! 😛

Anzi ho riferito a loro che mi piacerebbe sempre di più giocare in mezzo e farli vedere come il loro Mister sia capace di giocare ancora a Calcio!

Dai vabbè, a parte gli scherzi, mi sono davvero divertito ieri sera e rimpiango che non ho la loro età per aiutarli nel nostro Campionato ma il loro Tempo l’ho già vissuto e senza rimpianti.

Ora tocca loro vivere questa bellissima età che è l’Adolescenza!

Zio Raffy lascia ancora il segno!

Buona giornata 😀

nel mio piccolo…

Nel mio piccolo cerco di pregare quotidianamente attraverso le pagine del Vangelo.

E mi rendo conto di quanto è potente il Suo Messaggio d’Amore e di Salvezza.

Attraverso il Vangelo provo a dare un risvolto positivo alla mia Vita Spirituale nonostante tutte le mie debolezze e la mia ipocrisia che a volte inonda il mio cuore di giovane Amico di Gesù.

E mi rendo conto di quanto sia difficile attuare e mettere in pratica, nella quotidianità, il messaggio redentore del Vangelo. A volte basta un litigio in famiglia, uno screzio con un mio amico per mettere in crisi la Sua Volontà.

Cerco, al mattino, di accostarmi alla Sua Parola con l’animo innocente di un bambino non perdendo mai di vista che la mia Fede si basa sul dono dell’umiltà che spero mi custodisca nel mio avvenire.

E poi la sera un breve Esame di Coscienza.

Ma tutto questo non mi porta a dire e a vantarmi di essere un Santo.

Anzi, mi definisco un ragazzo molto debole ma credo fortemente che la mia debolezza spirituale sia gradita al Signore come segno della mia purezza e non come una forma meccanica d’amore.

Raffaele

Considerazioni post Weekend

Ho vissuto davvero un bellissimo Weekend, in solitaria, ahimè senza allenamento con i miei ragazzi dell’Oratorio e uscita domenicale con i miei migliori amici.

Complici le Vittorie di Inter, Fortitudo Bologna e Varese al livello sportivo mi sono goduto un bel weekend anche se per colpa del mio sonno classico delle 21 mi sono perso il secondo tempo del big match di Serie A tra Napoli e Roma.

Al livello calcistico avrei potuto festeggiare le disfatte interne di Milan e Juventus ma francamente ridere delle disgrazie degli altri non è il mio stile, al massimo semplici e onesti sfottò.

Domenica mattina poi mi sono visto, in differita, la vittoria del River Plate nella prima giornata del Campionato Argentino… eh si, la mia ultima pazzia (orario permettendo) è quello di seguire il calcio sudamericano, sonno delle 21 permettendo.

Sabato mattina poi all’edicola ho comprato un libro di Papa Benedetto XVI, editrice San Paolo, “La mia eredità Spirituale”.

Sto continuando a leggere “Le Otto Montagne” in versione e-book. Davvero molto bello, ve lo consiglio.

A parte gli eventi sportivi che dominano la mia attenzione nel weekend sono stato attraversato da un senso di pace e di serenità che spero possa riproporsi anche in questa nuova settimana ed essere luce per la mia spiritualità ritrovata e contemplata nell’affetto dei miei familiari e dei miei amici.

Avrei voluto approfittare di queste giornate soleggiate per riprendere le mie camminate ma il freddo di questi giorni non me lo ha permesso. Pazienza. Ci proverò da mercoledì prossimo.

Vi lascio, per ora la notizia è che non ho combinato ancora danni! 😛

Raffaele