Archivi categoria: Blog

Lo ammetto… oggi c’ho pensato.

Lo ammetto. Oggi una strana idea mi ha circumnavigato il mio pensiero anche se esso ha avuto una fiammata che è durata davvero poco…

E se iniziassi a guadagnare con il mio blog?

Non sarebbe male in fondo anche se i PRO sono molto meno solleticanti rispetto ai CONTRO che invece dominano incontrastati e che poi mi hanno fatto desistere poco prima che iniziassi questo articolo.

Ho poco traffico in generale e non ho molti followers. Ogni tanto, in maniera del tutto isolata, faccio promozione tramite i vari social ma senza molto successo.

Poi ho la netta sensazione e forse mi sbaglio di mercificare ogni mia poesia che scriverò.

Il mio è un piccolo spazio dell’anima gratuito e senza spettri di occasionale guadagno.

Certo “Lascia Vivere il Pensiero” ha i suoi bei 8 anni, ha una sua storia, un suo vissuto. In pratica chiunque partendo dal mio primo post può notare non solo la mia crescita umana ma anche artistica.

Non so se voi avete un blog con cui ci guadagnate o lo avete fatto in passato o lo volete fare in futuro o meglio ancora se non vi è passato nemmeno lontanamente per la testa questo pensiero….

Vi accettano consigli…

Raffaele

Avviso

Vi avviso che sulla mia Pagina Facebook “Lascia Vivere il Pensiero” ho pubblicato un mio nuovo video! Piccolo (eufemismo…) dove provo a spiegare con un pò di rassegnazione circa l’interpretazione e l’esegesi che si fa quando si legge una poesia…

Per fortuna, oserei dire, che la poesia appartiene a pochi…

Ci vediamo li se volete!

Vi aspetto 🙂

Letture in corso…

Questa mattina andando all’edicola per comprarmi il mio quotidiano ho scoperto che c’era una bella offerta: due libri a 10 euro. Ho guardato con attenzione quasi tutti i libri e alla fine li ho scelti. Un romanzo giallo e 1984 di George Orwell… finalmente sono riuscito a trovarlo. Non vedo l’ora di iniziare a leggerli! Ma con calma… prima devo finire “La tregua” di Primo Levi. Diciamo che non sono uno che legge in maniera vorace, in un anno riuscirò si e no a leggere al massimo 6 romanzi però posso assicurarvi che la mia libreria è piena, anzi stra-piena per la gioia di mia padre! Ovvio, è sarcasmo il mio. Spero di non avere qualcosa di compulsivo ma ogni volta che varco la porta dell’edicola il mio primo pensiero è “che libri sono arrivati?”. Non ho un genere preferito. Mi piace svariare, anche se i Thriller mi intrigano parecchio avendo quasi tutte le opere del compianto Giorgio Faletti. Ps: raramente azzecco il colpevole! meno male che non sono un poliziotto 😛 Conosco amici che in due giorni si divorano interi libri. Io ho bisogno del mio tempo. A volte leggo 20, a volte 50 pagine al giorno dipende dalle mie voglie. Per finire l’ultimo romanzo di 900 pagine ho impiegato un mese e mezzo e non mi tiro di certo indietro quando mi cimento nella lettura dei “mattoni”. Certo magari dovrei iniziare a leggere qualche grande classico oltre a “Guerra e Pace” e “Delitto castigo” che ho nella mia libreria e “1984” è il nuovo arrivato…Leggere in fondo è come viaggiare ed entrare nelle altre Vite. Vivere nuove epoche e gustare nuovi destini senza aver paura dei pensieri del nostro tempo.

Raffaele

E’ tutto finito, peccato…

E anche questa edizione del Festival è andata nei migliori archivi. Peccato perchè questa rassegna musicale mi ha davvero entusiasmato… non so a voi… mi ha permesso ancor di più di apprezzare i vari artisti tra cui Noemi, Annalisa e Madame. Le sorprese come i Coma Cose e Willie Peyote. Mi dispiace davvero che sia tutto finito. Momenti ora da ultimi giorni di scuola. Adesso andrò su Spotify o su YoutubeMusic e mi farò una bella scorpacciata di musica visto che in questa ultima settimana è stata per me fonte di ispirazione per scrivere frammenti di pensieri davvero sorprendenti per me stesso visto che mi sto riscoprendo in una nuova sfumatura creativa, un altro sound si direbbe. Scorpacciata di musica quindi ma anche un attenzione oculata sui testi per per alcune canzone sono sembrati dei veri raffinati componimenti poetici. Andrò anche alla scoperta di Gaia e Fulminacci oltre alla mia lady Malika Ayane.

E poi che dire della vittoria dei Maneskin che ha sorpreso tutte le previsioni dopo i primi ascolti di un pezzo molto rock e crudo che sembra aver aperto uno nuovo stile, una nuova strada per Sanremo, sdoganando ogni forma di musica neo-melodica tradizionale, in fin dei conti Gabbani e Mahmood insegnano, chiedere a Fiorella Mannoia e al Il Volo per conferma.

Spero di dedicare nella prossima settimana alcuni post su questo Festival che mai come negli ultimi anno è stato al centro del mio interesse! Grazie Amadeus e Fiorello per questi giorni di felicità che mi avete regalato!

E a voi è piaciuto?

Per me voto 8,5

Buona Domenica! 🙂

Raffaele

(foto tratta dal web)