Archivi categoria: Musica e Pensieri

Black, Pearl Jam

Fogli di tela vuoti, fogli di argilla intatti
Giacevano sparsi davanti a me come il suo corpo un tempo
Tutti e cinque gli orizzonti ruotavano intorno alla sua anima
Come la terra intorno al sole
Adesso l’aria che ho assaporato e respirato è cambiata

Ooh, e quello che le ho insegnato era tutto
Ooh, so che quello che mi ha dato era tutto ciò che aveva
E ora le mie mani amare si sfregano sotto le nuvole
Di quello che era tutto
Oh le foto si sono tutte tinte di nero
Che ha tatuato ogni cosa

Esco a fare una passeggiata
Sono attorniato da alcuni bambini che giocano
Posso sentire le loro risa, e allora perché mi sento bruciare?
Oh, e pensieri contorti che mi girano in testa
Sto girando, oh, sto girando
Quanto in fretta può tramontare il sole?

E ora le mie mani amare cullano i vetri rotti
Di quello che era tutto
Le foto si sono tutte tinte di nero
Che ha tatuato ogni cosa
Tutto l’amore finito male ha fatto diventare nero il mio mondo, tatuato tutto ciò che vedo, tutto ciò che sono
Tutto ciò che sarò… yeah

So che un giorno avrai una vita meravigliosa
So che sarai una stella
Nel cielo di qualcun altro, ma perché, perché…
Perché non può essere, perché non può essere il mio?

Tratto dall’Album “Ten” del 1991

Bring me to life, Evanescence

RIPORTAMI IN VITA

Come riesci a vedere dentro i miei occhi
come se fossero porte aperte,
arrivando nelle profondità del mio corpo,
dove sto diventando così insensibile.
Senza un’anima, il mio spirito
sta dormendo in qualche luogo freddo
fino a che non lo ritroverai
e lo riporterai a casa.

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Ora che so cosa mi manca
non puoi lasciarmi
Respira in me e rendimi vera
Riportami in vita

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome
e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Riportami in vita
(Ho vissuto nella menzogna
non c’e niente dentro)
Riportami in vita

Ghiacciata dentro, senza il tuo tocco,
senza il tuo amore, caro
Solo tu sei la vita in mezzo alla morte

Per tutto questo tempo
non potevo credere,
non riuscivo a vedere,
chiusa nell’oscurità
ma tu eri lì di fronte a me

Mi sembra di aver dormito
un migliaio di anni
Devo aprire i miei occhi di fronte a tutto

Senza un pensiero
senza una voce
senza un’anima
Non lasciarmi morire qui
Ci deve essere qualcos’altro da fare
Riportami in vita

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome
e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Riportami in vita
(Ho vissuto nella menzogna
non c’e niente dentro)
Riportami in vita.

Un emozione non sempre va spiegata

All’interno di una puntata di “E’ Andata Così” su Raiplay, lo speciale per i trenta anni di carriera, Luciano Ligabue provava a spiegare che non sempre le emozioni si riescono a spiegare, in riferimento a molte domande fatte da giornalisti e non, e su che cosa in lui suscitasse fare un concerto davanti ai suoi fan.

In questa canzone, tratta dall’album “Start” (2019) lui cerca di dare una sua giusta interpretazione di questa sua emozione.

Buon ascolto!

Raffaele

Spero solo che non sia troppo tardi…

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Svegliarmi la mattina, aprire le finestre e scovare, con coraggio e fiducia, anche una esile filo di Luce che illuminerà il mio percorso in una giornata tutta da santificare con le mie azioni, con le mie cadute, i miei sbalzi d’umore, le mie incomprensioni, la mano tesa di un mio amico dopo non aver compreso una nota del destino.

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Ho riempito la mia Vita di buon propositi, promesse, proclami ma a nessuno di essi ho dato seguito. Non ho dato la giusta prospettiva, la giusta visione del mondo, quel respiro bambino alla mia Felicità. Essa è li in un angolo nascosto del mio cuore che mi aspetta e come una madre amorevole mi ha tenuto in grembo, mi ha accudito e protetto dal freddo dell’ipocrisia che con il passare degli anni mi ha colto alla sprovvista e mi ha reso nudo come un verme di fronte al mio passato.

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Perchè prima del mio ultimo atto d’amore verso la Vita voglio gridare a tutti che io, salvo imprevisti, ci sono, ci sarò, ci sono sempre stato e che non è vero che “Ciò che sono non lo sarò mai” perchè davanti a me ho avuto una tavolozza di infiniti colori e forse per pigrizia ho tardato a colorare il mio cielo pubblicando solo la parte tenebrosa della mia anima. Perchè spesso mi dimentico che la Felicità non è solo un movimento volontario della labbra ma è soprattutto una conquista che fa difesa sin dal suo concepimento e che non cadrà nell’indifferenza di un ricordo, di una foto sbiadita…

Spero solo che non sia troppo tardi…

Raffaele