Scusatemi, ho sbagliato! :P

Scusatemi, ho sbagliato, il post di ieri era uno sfogo dopo una giornata storta… è stato un post scritto di getto, vomitando e perdonatemi l’espressione tutta la mia apparente tristezza e poi basta un uscita fraterna con gli amici per riprendere a sorridere. Che io non comprendo le dinamiche dell’amore questo è vero, ma è vero pure che non bisogna comprenderlo ma viverlo con quella leggerezza che a volte mi manca, perchè troppo riflessivo e troppo robotico nelle mie meccaniche emozioni… e per fortuna ci sono i “Negramaro” che con la loro poesia rimettono il mio pensiero nella giusta direzione. E’ stato un giorno non da cancellare, ma da conservare per far capire a me stesso che anche nel buio più fitto e misterioso c’è sempre una flebile luce pronta a splendere… saper aspettare… e poi imparare a fregarmene se per una volta il mondo non balla il mio valzer preferito… tutto qui…

scusatemi, ancora 😀

Raffaele

Annunci

…rinuncio

foto tratta dal web

 

Rinuncio all’amore e alle sue regole, al suo destino, al suo cammino, al suo profumo e al suo dolore. Ho perso troppi treni, ho visto sfumare, solo per colpa mia, orizzonti colorati e con quel sapore di vaniglia che tanto mi piace. Rinuncio a capire l’altrui bellezza, l’altrui viso angelico che ingabbia il mio cuore. Rinuncio alle infinite attese e a “infiniti noi” perchè in fin dei conti tutto ha un inizio e tutto ha una fine solo che io per incanto parto sempre dal contrario. Ho perso l’emozione di emozionarmi ad un innocente messaggio, ho perso l’emozione di vivere nella fantasia che non diventerà mai pelle da accarezzare lievemente nella penombra di un mattino.

Ho capito che la Vita adesso mi chiede altro e questo tempo che ancora testardamente cerco ormai è andato, ormai è passato… dovevo pensarci prima. Nonostante tutto mi sento libero e un pò drammaticamente felice nel pensare che forse non sarà mai la mia vocazione, che dovrò vivere solo con la mia comicità e i miei roboanti silenzi… senza condividerli con nessuno… Rischio di diventare egoista? Può darsi, ma forse il tempo che speravo di vivere non era in questo tempo, perchè se forzo il movimento delicato dei secondi, ferendo l’attesa alla fine pagherò il mio conto con il destino… a nulla servirà scrivere “cavolate” sull’amore perchè tanto ne sono analfabeta, perchè tanto non riuscirò mai a studiarla a dovere… mi fermerò solo all’introduzione…

Adesso ricompongo ciò che resta del mio pensiero e smetterò di ascoltare quella musica che il mio cuore gentilmente mi ha concesso!

Piccolo sfogo 😛 Perdonatemi 😛

Buona Vita!

Raffaele

Non vedo l’ora :D

Stasera riunione con tutti gli allenatori dell’Oratorio per organizzare i rispettivi campionati di calcio delle varie categorie. Non vedo l’ora che inizia il campionato, spero che si iscrivano più squadre possibili per avere un buon numero di partite da giocare. Dopo mesi di allenamento e di esasperazione tattica fra poche settimane se non giorni inizieremo a sognare inseguendo un pallone e poco importa il risultato finale se non c’è assoluta felicità tra i nostri campioncini. Fra poco arriverà lo stress di organizzare gli incontri, trovare le macchine per recarsi al campo, trovare un giorno che vada bene ai miei ragazzi e alla squadra avversaria, chiamare a qualunque ora del giorno il nostro presidente perchè c’è sempre qualcosa che non va e quel pizzico di tensione che non dovrò mai far notare a loro circa le mie scelte: chi far giocare e chi no… anche se alla fine tutti avranno il loro spazio… E ascoltare la mia canzone porta fortuna prima del match: “Ho perso le parole” di Ligabue.

Che poi ho sbagliato, non lo definirei tutto uno stress ma un leggero impegno per far felici i nostri ragazzi. Spero di contenermi un pò quest’anno in panchina… temperamento tipo Conte e Gattuso e allora dovrò subito comprare per la mia squadra dei tappi per le orecchie!!!!!! ahahahah Non c’è la faccio a stare calmo, avrei voglia di aiutarli giocando con loro piuttosto che sbraitare come un pazzo…

Non vedo l’ora 😀

Buona Vita Amici! 😀

Raffaele

Non so il perchè

Mentre attendo una risposta o forse una sentenza ascolto da questa mattina tanta musica. Ho un forte mal di testa ma continuo ad ascoltarla… Canzoni melodiche, canzoni rock, canzoni pop… di tutto! E’ come se il mio corpo per sentirsi più leggero abbia bisogno di dolci e fresche note di una musica che ai miei sensi risulta ancora non tangibile… E’ ho tanta fame nella mia tristezza che nella giungla del mio pensiero nutrimento e acqua ormai scarseggiano come l’abitudine di un incontro, con l’abitudine di essere considerati nel mio squarcio di luna più luminoso…

Buona Vita! 🙂

Raffaele

 

A cosa stai pensando?

A volte non lo so proprio a cosa sto pensando, mi immergo nei miei profondi e quieti silenzi e cerco di guardare l’invisibile, nulla più, nulla meno. Mi faccio da parte per un pò, mi scosto dalla moltitudine e dal frastuono della realtà e rimango solo

solo nel mio mondo,

solo nel mio pensiero.

E raramente tengo a guardare e a scrutare tutto ciò che muove il mare e non sento la paura del mio respiro anzi lo proteggo sorseggiando un fresco ricordo o una amara lacrima, dipende dalle situazioni, dipende dal caso. E suscito subito e in maniera repentina la curiosità delle persone a me intorno, abituate a vedermi con sgargianti vestiti e incontentabili parole e fanno davvero una enorme fatica a comprendere questa quiete che declina il mio nuovo orizzonte. Non mi ritengo abile a mostrarmi con due diverse eclissi di luna mentre attendo risposte dal mio destino, io ormai del mio cuore diventato clandestino…

Buona Vita! 😀

Raffaele