Archivi tag: amici

Non importa

“E non importa il come, il dove e il se…”

L’amicizia non ha un luogo prefissato con cui far riecheggiare la propria luce, la propria felicità, il proprio immenso cosi denso di significato che vale sempre la pena viverlo ogni istante. Spesso la prima cosa, la prima domanda che si pone dopo che si ci si è incontrati è :”Bhè dove andiamo stasera?” E a volte vorrei rispondere in maniera non troppo poetica ma sincera :”Il mio cuore oggi è aperto!” Perchè in fondo il nostro cuore è un habitat sano dove far crescere i nostri leggeri pensieri e contemplare il cielo in vetta ad un emozione… Mio padre una volta mi disse in maniera piuttosto sarcastica :”Ma voi sempre a mangiare andate per stare insieme?” una critica a volte giusta. A volte si usano i pub, le pizzerie come luoghi di incontro e il cibo una scusa per incontrasi e chiacchierare mangiando una gustosa pizza… non ci trovo nulla di male, purchè il locale o qualunque altro luogo sostituisca il senso più vero dell’incontro tra amici… una pace duratura che rivive tra le risate e le parole sincere, i ricordi, le barzellette, i programmi per le feste… A volte ci è bastato prendere una chitarra e cantare per lunghi momenti davanti al cortile del nostro piccolo castello, a volte è bastata una passeggiata lungo il mare per essere felici, certo l’inverno limita tutto ciò ma nulla più ossidare l’amore che circola in gruppo di amici che si vogliono tanto bene… Le attese per i rientri degli universitari, le visite tra i presepi viventi dei nostri paesi, la classica domanda del dopo Natale “Ci facimu a Capodanno?” 

La felicità che non ha prezzo…

Raffaele

500 e non sentirli!!!!

foto tratta dal web

 

Oggi, con questo post, raggiungo e festeggio insieme a voi, un importante e personale traguardo:

quello del 500esimo post!!!!!!

Tutto ebbe inizio nel lontano 9 Ottobre 2013 con il primo post dal titolo “Benvenuti” che ora accoglie tutti i miei nuovi amici e chi vuole può lasciare la sua firma e una sua dedica. Eh si, sono passati 4 anni! Di già????

foto tratta dal web

Non posso non ringraziare la mia amica Manu. E’ stata lei che mi ha spinto a realizzare questo mio spazio dell’anima, è stata lei con la sua meravigliosa fantasia a scegliere il titolo del blog “Lascia vivere il pensiero”, è stata lei con il quale ho condiviso i primi momenti di questa creatura, è stata lei che ha raccolto tutte quelle bellissime foto e corredate da dei pensieri poetici e che tutt’ora potete osservare. Poi le strade si sono divise, ma sono  e rimango profondamente tuo debitore! Grazie di cuore!

Grazie a tutti cari amici, con cui ho il privilegio di darvi del “tu”, con cui ho il privilegio di condividere questa vocazione per la scrittura!

In questi 4 anni, in questi 500 post ho voluto raccontare la mia vita, un diario della mia anima. Parole scritte sempre e solo con la voce del mio cuore. Ho ideato rubriche, ho scritto piccoli saggi e brevi racconti, mi sono divertito un sacco e spero di continuare ancora almeno per i prossimi 500 post! Con la speranza che la fantasia non mi abbandoni per strada e che ritorno ad essere un innocente fanciullo che si diverte a giocare con quello che ama… Continuerò ad essere sempre e solo me stesso, condividendo quella felicità che nel futuro ma in particolar modo nel presente sempre fiorirà… E la foto di Pippo dice tutto! 😀 😀 😀

E’ il pensiero che ci accomuna, una piccola famiglia che si ritrova la sera a condividere il proprio vissuto, riflettendo e scherzando sulle smorfie della Vita!

500 e non sentirliiiiiiiiiii 😛

E’ davvero un piacere essere vostro amico,

con affetto

Raffaele

L’Amicizia

Il mio primo pensiero, questa mattina, è stato quello di andare a trovare una mia carissima Amica che sabato era ritornata a casa dopo le fatiche dell’Università. Passerà queste vacanze a preparare la tesi di Laurea, e a pensare al test di specialistica di Ottobre. Starà poco, un mese, prima di ripartire e ritornare tra le braccia del suo destino. Sono andata a trovarla perchè avevo una forte esigenza di incontrarla dopo tanto tempo, come quella di incontrare gli altri due miei migliori amici che spero di rivederli e di vivere pienamente questo ultimo frammento di estate. Abbiamo riso e scherzato, ci siamo detti tutto quello, in quella oretta, che non siamo riusciti a dirci via messaggi. L’Amicizia per me è valore fondamentale della mia esistenza, a volte prendo il cellulare e scrivo anche dei vecchi conoscenti che magari non si ricordano più di me. Forse è un mio difetto, ma non riesco mai a cancellare dal cuore le persone che mi hanno donato un pezzo del loro cuore, della loro felicità, della loro Vita. Passerò questa estate facendo lo scemo, il comico, il divertente, il chiacchierone, il rompiscatole, ma voglio passare più tempo possibile con loro ma non per una forma di debito e di riconoscenza verso chi mi ha voluto veramente bene in tutti questi anni, ma per una voglia, mia, di riabbracciare tutti con il mio eccessivo calore. Purtroppo molti dei miei amici studiano fuori e a parte Natale e Pasqua c’è solo Agosto per poterli rivedere. Voglio proprio essere un rompitore di scatole, mò mi sono fissato con questa idea! Raffaele calmati e che è! Purtroppo solo attraverso il distacco e la lontananza capisco veramente il senso profondo e autentico dell’Amicizia, quella con la A maiuscola. E’ troppo facile mandare dei sms banali di auguri per qualche festa o il tuo compleanno, la vera Amicizia l’ho scoperta nei miei momenti tristi, quando ho ricevuto da loro una mano protesa e un cuore per condividere i stessi battiti, quando bastava un “Ciao, come stai, che fine hai fatto???” o i lunghi dialoghi a notte inoltrata. Il tempo con me per molti di loro, per via di un futuro lavorativo si ridurrà drasticamente, non sarà più come prima… passavamo tutta l’estate insieme… il tempo non mi permetterà più di dilazionare l’affetto che nutro in loro, ma di vivere intensamente ogni momento, ogni briciola che il destino mi riserverà in loro compagnia. E allora via con le partitelle di calcetto, le serate in pizzeria, qualche pomeriggio a mare… a volte dimentico che ho solo una vita, non c’è tempo per rinviare tutto ad futuro lontano, il futuro adesso con le persone che veramente mi vogliono bene… 

Piccolo pensiero sull’Amicizia in attesa di leggere il saggio di Cicerone proprio su di essa!

Buona Vita 🙂

Raffaele

Strana Felicità… parte seconda :D

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Giorno e momenti di vasta follia del mio pensiero. Ho iniziato con educazione e rispetto a chiedere ai miei amici, ai miei parenti, alle persone da poco conosciute sui social, insomma oltre i miei confini del mio corpo che cosa era per loro la Felicità e in quali momenti della giornata toccavano “il cielo con un dito”. Molti messaggi inviati e una sola risposta di un mio amico, tutti gli altri hanno preso tempo… non mi hanno risposto subito… vogliono meditare sul significato dell’autenticità della loro Gioia… aspetterò per poi poter inserire i loro pensieri all’interno di una pagina del mio piccolo blog, in maniera del tutto anonima. Perchè lo faccio? Perchè rompo le scatole al mondo con la mia innocente domanda? eh… vai a saperlo! ahahah! Non saprei dire il motivo principe di questa mia curiosità. Voglio imparare ad essere felice, capire le sue modalità e caratteristiche, capire la sua etica… un cammino lungo per uno come me che a volte ha bisogno di un pò di tristezza per isolarmi e meditare un pò. Attraverso le risposte altrui, se ci saranno, cercherò anche di capire e delineare meglio il mio concetto di Felicità. Perchè la Felicità è l’unica medicina che ci può salvare e curare dall’ipocrisia di questo mondo. Esplorare la Felicità altrui, oltrepassando i miei orizzonti, esplorando altre vite e ottenere spunti e riflessioni come del tipo: “La felicità è uguale per tutti? Esiste una felicità attiva e passiva, statica e dinamica?”

“La Felicità è reale solo quando è condivisa”

Raffaele

Vorrei uscire, vi prego! :D

foto tratta dal web
foto tratta dal web
Intrappolato in casa da una settimana, vorrei uscire, vi prego! Sono a volte un pò troppo asociale, è vero, la malinconia e la mia innocua solitudine a volte tende a prendere il sopravvento su tutto e su tutti. Un errore è stato quello di non andare alle notte di “San Lorenzo” sulla spiaggia, motivo? “Nun me coddha”… e adesso pago il giusto pegno. La vita “ti da e ti dona a seconda di quello che ti meriti”, giusto, oserei pensare. E quando riesco a scuotere via dal pensiero la mia asocialità e mi viene una voglia matta di uscire ecco che non trovo nessun amico con cui passare una serata estiva. Nessuno! Me lo merito alcune volte. Ho una tempistica esasperata e nostalgica. Mio padre ieri mi ha consigliato di “non programmare troppo gli eventi futuri, ma di vivere alla giornata, gli imprevisti sono dietro l’angolo…” Ho passato il weekend a vedermi nel pomeriggio partite del campionato francese di calcio e a leggere Pessoa! Mica male, potrei fare di più! ahahahahah
E così passerò ferragosto a leggere giornale e un mio bel libro e a inventarmi un nuovo giorno… perchè tanto poi so come va a finire: quando gli altri avranno interesse di uscire magari facendo un giro in piazza, passare una serata in pizzeria o farci una passeggiata in riva al mare… ecco che poi giocherà la mia Inter! E li, in fatto di scelta, saranno cavoli miei!

Scusate per il mio post un pò “sottotono”…

Buon Ferragosto! 🙂

Raffaele