Archivi tag: attimo

Nell’attesa…

Ha agio l’anima

che riceve un colpo tremendo

la lunghezza della vita

le si stende davanti

senza niente da fare.

Ti implora di darle un lavoro

anche solo mettere degli spilli

o il più umile rattoppo di pezze

da bambini per aiutare le sue mani vuote.

 

Sono i versi di una meravigliosa poesia di Emily Dickinson letta durante l’attesa di una visita dal dottore. Nell’attesa e nel silenzio di una stanza ho iniziato a leggere le sue poesie rimanendo meravigliato, ancora una volta, dalla sua immensa fantasia. Ed un peccato che leggo di rado e non in maniera quotidiana le sue opere del libro comprato con molta gioia un anno fa e forse non credo che io sia in difetto. Le poesie vanno lette quando i nostri sentimenti e i nostri pensieri siano di giusto umore e all’unisono esprimono una vorace voglia di versi, e questa voglia non va chiamata in un momento di silenzio, ma quando il cuore risponde alla vita con una fragorosa felicità… è inutile forzare, ogni lettura ha il suo tempo…

Raffaele

sonno, sonno e ancora sonno… praticamente in perenne letargo!

foto tratta dal web

 

Mannaggia a me alla mia pigrizia, alla tentazione del fascino del letto a cui non riesco a opporre resistenza la sera… vorrei modificare le dinamiche del riposo durante del 24 ore, una battaglia che la sto vincendo ma il finale è ancora lontano. Mi succede che lascio film a metà, partite di calcio nel secondo tempo per poi scoprire a mie spese la mia pazzia di attimi successivi sprecati dal richiamo della mia pigrizia… si do la colpa a lei! Mi lavo le mani! se sono difettoso la colpa è anche la sua!

Ho eliminato in parte la pennichella pomeridiana, bella vittoria e vorrei dedicarmi alla mia passione per la scrittura, la poesia e il blog, dilatando il tempo di sveglia il più lungo possibile. Quante volte mi viene “lo stimolo” per scrivere un componimento, una bella fantasia, ma che rigetto e rimando più in là perchè la forza attrattiva di chiudere gli occhi è più forte di tutto? 

Sul mio curriculum dovrei scrivere alla voce “Hobby”: dormire il più lungo possibile!

Questa mattina se mi fossi alzato un’ora prima, solo 60 minuti in anticipo avrei vissuto appieno la vittoria di Dovizioso nella Motogp, avrei portato il mio cane a passeggio accarezzando quel fresco profumo del mattino… per fortuna che mi sono alzato un pò prima per scrivervi e augurarvi una Buona Domenica!!!!!!!!!!!!

E a voi, quanto vi piace dormire, siete pigroni come il sottoscritto??? 😀

Con immenso affetto, Buona Vita! 🙂

Raffaele!!!

Quel che il passato ancora non brucia

“Che cosa è questa lunga scia di aspro sentimento che dissipa in me ogni forma primitiva di felicità? Questo pezzo di ceramica che si conficca nella carne ancora vergine di un corpo ancora in cerca dei suoi principi? Di questa parte intollerante di una esistenza vissuta a sprazzi di colori ancora in divenire seppur dentro un cielo stellato…

E il mio passato che con il suo eco di una lontana era, mi destabilizza e mi far vorticare dentro la sua vertigine…

Il passato per me rappresenta un fiume in piena che rompe ogni argine del mio cuore e straripa lungo tutti i pensieri che non riescono a tamponare e fermare la sua forza e a volte non ho logica nel trovare una cura che mi ricompone dopo il violento evento di improvvisata memoria…

Persone, azioni nefaste e illusorie, date di calendario consumate, lacrime versate nell’infinita sua apparente quiete…

Benchè tutto è in continuo divenire tutto sembra fermarsi alla sua entrata in scena. Il sangue diventa veleno e la fantasia diventa granitica come un macigno da sopportare.

A volte vorrei fare un passo indietro e fronteggiarlo, avere il coraggio di colorare la sua pazzia, immergermi dentro una foto e cambiare tutto ciò che mi passa intorno…

Vorrei ma non posso,

perchè sono composto da un insieme di scelte fatte a volte con troppa frettolosità

pensando di tornare indietro con un semplice gesto della mani

vorrei prendermi a schiaffi

ma il dolore è anch’esso un lontano ricordo…

Recuperare quel poco di energia non ancora dissipata e osservare

quella piccola luce di un sole ancora amico

e ritornare, da solo, e festeggiare ogni giorno della mia vita…”

 

Buona Vita! 🙂

Raffaele