Archivi tag: blog post

Albicocca

Un pezzo di albicocca ad io che nell’indifferenza mi allontano dalla tua bocca.

Inseparabile tempo ecologico a riscrivere i miei onnipresenti diritti e doveri. Chiazze di gocce di metallo sulla pelle, artistica ed affamata memoria.

Occhi evangelici del perdono da te più non disprezzato… mucchi di parole di questa domenica vicina alla sua primavera, una cerniera per sigillare questo mio pensiero di opinione libera e ben infornata, infornata nel suo nuovo calore, circoscrizione intorno al tuo mattiniero profumo d’essere…

Raffaele

Allegria

foto lascia vivere il pensiero

 

Dicono che l’allegria sia una cosa buona e giusta. Dicono che fa bene alla propria salute, integrità morale. A volte tendo ad abusarla, a esagerare nel suo dosaggio domestico perché non è un viaggio senza una meta scelta. L’allegria ha e deve avere per forza delle forze misteriose del destino e che siano le labbra della propria metà o il cielo ovattato pronto ad assorbire ogni fonte di luce che pervade i vostri saggi occhi o che sia un gesto mansueto di una persona anziana o mentre portate a spasso il cane o una chiamata improvvisa. L’allegria non ti avvisa, tramite raccomandata, del suo imminente arrivo tra le stanze appena pulite e disinfettate del cuore. Necessita di essere accolta con eleganza e severa educazione. Non è un atto di mancata riconciliazione, spogliazione del passato e servito su un piatto freddo di terracotta.

E’ uno scroscio di pioggia che ci bagna ogni bel vestito della domenica mentre ci rechiamo ad una festa. E’ quella solitaria foglia sul ciglio della strada, stretta stretta tra le sue lastre di rugiada. A volte ho paura e il timore irrisorio di tenerla al caldo dei miei pensieri. Non serve invocarla a baciarla ardentemente. Arriva, fa il suo compitino, una bella centrifuga alla nostra anima e se va senza lasciarci un biglietto da visita… a volte penso che abbia sbagliato, con me, destinatario, io che sono “un ottimista non praticante” ma come è possibile che nella sottigliezza e lentezza di questa notte estiva abbia scelto me che tra i miei scritti rivendico la mia malinconia?

Imparo, impariamo a riconoscere subito il suo odore che tra le braccia di un fiore appena sbocciato si eleva nel firmamento…

e niente… sono contento…

Raffaele

Bellezza

foto tratta dal web

 

La bellezza, quella fisica e quella del pensiero, non va mai giudicata in maniera quasi brutale, perentoria. Il giudizio su di essa può variare di persona in persona e non vi potrà mai essere una sentenza chi affermerà in maniera definitiva che quella persona risulta essere “meno bella” rispetto a… Tutti davanti alla Vita siamo esseri meravigliosi. Siamo pezzi unici e inimitabili e la nostra bellezza non avrà mai una data di scadenza e i nostri occhi che la scrutano con dovuta ammirazione nascondono poteri per noi inimmaginabili. Non esiste un tipo unico di bellezza. Non vi sono parametri per cui appellarsi. La bellezza è un dono offerto dal Creato da custodire gelosamente e la bellezza fisica e quella del pensiero non vanno mai scisse. I contorni delle labbra come un bel verso poetico enunciato in intimità devono essere orientati dalla stessa luce, la stessa sfumatura lo stesso candore.

Raffaele

Incoraggiala

…muovila pure questa vita

incoraggiala ad osare di più

a schivare pensieri vuoti

di avventura e insipidi al limite della follia.

abbracciala dentro questo eroico destino

che non si riposa nemmeno

dopo giornate afose e piene di ombre

dal cuore cupo…

Raffaele