Archivi tag: caffè

Il lunedì ha l’odio in bocca…

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Bhè come avete potuto capire, intuire… questo sono io agli albori di un nuovo giorno: il lunedi! Per me il lunedì è un invenzione diabolica del male, non riesco a farmelo piacere, lo detesto, non saremo mai dei buoni amici. Il lunedì mattina segna la fine del weekend, spazio temporale in cui si annidano i miei pensieri. Alcune volte sono così grossi e ingombranti che il lunedì mattina mi alzo dal letto con un bel gran mal di testa. E adesso chi me la fa fare ridimensionare e dar forma a tutti sti pensieri del weekend, con quale gioia e vitalità se la mattina sembro una mummia appena uscito dal suo sarcofago? Ci vuole un bel tazzone di caffè per cercare di svegliare quei pochi neuroni rimasti in circolo. Bisognerebbe proporre al Governo Italiano un referendum popolare circa l’abolizione del lunedì. Perchè sei giorni e non sette alla settimana? Meglio i numeri pari! Ma qui andrei a scontrarmi con il volere Divino. Meglio non avere guai di questo livello. Il lunedì per me rappresenta il classico giorno del ricordo. Ricordare la settimana appena trascorsa cercando di emulare e renderla più “vivibile” rispetto a quella precedente. Il lunedì è il giorno in cui sfido me stesso e le capacità di non far casini e litigi con i successivi giorni. Idee, speranze, sogni, ambizioni, illusioni… tutto in un attimo al primo “batter ciglio” appeno sveglio del lunedì mattina. Dai pensandoci su, non è proprio un cataclisma il primo giorno della settimana ma è solo la mia “catastrofia” che me lo impone come imbrattato di nero nel registro dei brutti ricordi. Se la vedo in un’altra ottica potrei definire il lunedi come “il primo giorno di una nuova vita che si rigenera senza che io lo sapessi”…

E per voi, il lunedi è tragico o positivo e pieno di vitalità????

Sonno… tanto sonno!

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Sonno, tanto sonno. Sono ancora un orso in letargo. Svegliarmi la mattina è un incubo. Gli occhi pesanti come palle da biliardo e e che fanno fatica ad aprirsi manco fossero chiusi con il mastice. Il corpo è pesante e fragile come un vaso di terra cotta. Il letto il mio habitat naturale. “Ma dove lo prendi tutto questo sonno?” mi ripete soavemente mia madre la mattina appena mi vede, in sembianze da zombie, recarmi in cucina a fare colazione e bere il mio amato caffè. E domani sveglia presto. In teoria dovrei svegliarmi alle 7, ma sfiderò la mia scarsa e latente forza d’animo e anticiperò di mezz’ora… c’è la farò?! E’ tutta questione di abitudine (lasciamo stare) e psicologica. Un buon motivo per alzarmi presto è dimostrare ai miei genitori che non sono un dormiglione, e giacché ne approfitto per guardarmi qualche partite dell'”Australian Open” di tennis alla Tv. Ah, perdonatemi dimenticavo… mi dovrò svegliare ad un orario insolito perché dovrò accompagnare (molto volentieri) mio padre all’ospedale per una visita specialistica. Un buon motivo per provare a cambiare uno stile di vita troppo INATTIVO. Sto lottando contro me stesso per svegliarmi alle 7.00 e 7.30 per godermi la mattina, per assaporare l’alba, per riattivare la mia mente, il mio corpo… ad essere uno “normale”. Magari quell’ora di meno che dormirò la potrò sfruttare per andare a correre o magari a scrivere o giocare di più con il mio cane… non so bhò. Dormo troppo questo è il mio limite e francamente sono deluso e incazzato con me stesso, rischio di passare la mia esistenza con un solo abito: il pigiama! Dormire, certo fa bene, ma io, sapete ne abuso un pò troppo come un farmaco con evidente effetti collaterali… se solo penso che le mie più belle poesie e brevi saggi sono nati di notte quando stranamente ero ancora sveglio!

E a voi, vi piace dormire, siete pigri come me? 😀

Amaro

Io non piglio pesci

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Dormire = riposarsi grazie al sonno, essere immerso nel sonno.

Non so il perché, non conosco un motivo principale sul fatto che da un po’ di tempo io ho un sonno, una voglia matta di dormire, un “non pigliare pesci” in maniera estrema. Sono stanco, pur non facendo molto durante l’intera giornata. Metto la sveglia, la mattina, alle 7.30 per poi posticiparla di un ora. Il risveglio è un incubo. Brutta cera, sembro uscito da un sarcofago come una mummia egizia. Chi mi vede la mattina si spaventa. Un individuo triste e solitario, che una volta uscito dalla sua tomba si dirige verso la cucina, obiettivo: fare colazione con i miei adoratissimi biscotti caserecci. Una volta finita la colazione, fila al bagno. Acqua rigorosamente fredda per dare uno scossa violenta la mio inerte corpo. Per me svegliarmi la mattia è una arda impresa e poi durante tutto il giorno faccio fatica a carburare… Ora mi sono tolto “il vizio” della pennichella anche a pomeriggio, precisamente dalle 15 alle 17. Mal di testa e quel senso di nullità hanno fatto il resto. Questo senso di stanchezza si ripercuote durante tutto il giorno e ne abbondanti dosi di caffè e acqua fredda sulla faccia possono lenire il mio male. Sarà questo mio attuale stato sociale di “inattivo” a determinare questo mio parziale decadimento psico-fisico. Sarà la stagione in corso, o la mancanza di stimoli, mancanza di scopi giornalieri da perseguire, la mancanza di impegni… sarà, sarà… bhò! Ah come vorrei essere come il mio amico Tony che dorme l’essenziale la notte e lo vedo sempre arzillo e pimpante più che mai. Lui mi riferì, parlando del mio problema, che si riposa 6/7 ore e che , fosse per lui, di dormire ne farebbe volentieri a meno. Su questo aspetto non sono d’accordo. Dormire è importante. Dovrei magari cercare di trovare presto, un rimedio per dormire bene. Eppure alle 23 c’è il mio letto bello, bello caldo che mi aspetta. “Più dormi e più ti viene sonno” è il mantra di mio padre. Eh si ha ragione, dovrei rivedere alcuni aspetti del mio sonno. Ultimamente, come ho citato prima, ho eliminato il  riposo pomeridiano. Purtroppo ho sacrificato parte delle mie uscite con i  miei amici perche dopo le 2 di notte il mio cervello… “No signal input” ahahahahah! Se c’è qualche azienda di materassi pronto ad assumere una cavia per provare i loro prodotti io sarei pure disponibile! 😀

 

Raffaele