Archivi tag: cuore

Natura

foto blog Lascia vivere il pensiero

Avere la forza,

il coraggio di crescere…

nonostante tutto intorno sia bruciato o disseminato nella polvere,

nonostante c’è poca luce e tutto intorno sembra esserci un deserto d’anime…

Raffaele

Cosa fareste per amore? Ebbene si…

foto tratta dal web

 

Cosa fareste per amore? Sareste disposto a sacrificare tutto per inseguire l’amore della vostra Vita?

Potremmo fare miriadi di pensieri e ragionamenti ma alla fine credo che i concetti cardini di questo dubbio amletico siano due:

la felicità

e il dare un senso profondo alla propria scelta…

A volte l’amore della nostra vita ci può isolare dal resto del mondo e isolarci e ingabbiarci dentro un mondo che non risulta più nostro

oppure questo nostro grande amore può donarci questa grande felicità che abbiamo sempre inseguito e quindi il sacrificio di una scelta può non essere traumatico per la nostra esistenza. Certo qui bisogna vedere se entrambi rinunciano alla loro carriera, alle loro passioni, o solo uno dei due…

scelta difficile anche bisogna essere davvero convinti che sia un’amore che abbia delle basi solide per costruire un futuro certo e non sia solo una cotta estiva. C’è il rischio di rimanere con il cerino in mano. Ma alla fine, come ogni cosa della nostra vita, è questione di fiducia. Un grande salto nel vuoto verso l’infinita gioia dell’amore…

E poi rimane il senso. Anche se l’amore si vive di impeto, di attimi di follia, un pò di logica, ponderata logica, credo ci vuole. Certo l’amore non si pianifica come un viaggio in camper… ma se al nostro amore diamo un senso… Io ti amo perchè... e sappiamo bene quale sia la risposta… allora si… affinchè ogni ti amo sia detto con il cuore e non vincolato da chissà quali imprudenze del pensiero…

Alla mia vita voglio dare un senso, un titolo, una degna sceneggiatura,

al mio amore voglio dare un cielo con cui ricamarti tra le stelle più belle…

Raffaele

Bentornata

Bentornata tra i colori amichevoli di questa accogliente bellezza ancora inespressa che è la vita. Siamo pazzi perché ci bagniamo i vestiti continuamente dentro le pozzanghere come vivaci bambini che si riparano dalle gocce scintillanti di libertà frizzantina… perché non rimanere spogli come alberi secolari che toccano il cielo con il loro amore… nessuna parola, nessun saluto. Basta l’ombra del tuo corpo mentre ti giri e ti rigiri nel letto e stringermi forte intorno a questa mattina che non ha fiducia nei restanti giorni. Vuoi un caffè? Un minuto per morire insieme a te a dare un senso a questa confusione. Un fiore che vibra intorno alla muscolatura di una copiosa preghiera, un fiore che non abdica la sua corona di spine che mente circa la sua criminalità di pungere ogni piega di questo viaggio. “Non nasconderti, presto ti vengo a cercare” questi residui di umanità ci vogliono elogiare perché ancora stiamo qui a tremare ma l’amore a questa gente in fin dei conti non risulta vano.

Raffaele

Irripetibili

foto tratta dal web

 

 

Siamo nuvole indescrivibili, siamo dottori irripetibili, siamo esseri troppo simili per pronunciarsi tra le vittime di questo amore.

Siamo foglie nel vento, siamo formiche in perenne movimento, siamo un artistico ornamento troppo ricamato per questo amore tra le macerie sacrificato.

Siamo vasi da riempire, un messaggio in bottiglia nel mare del divenire, siamo un’onda che ci porta troppo lontani da questo cuore screpolato per questo amore nelle sue battute troppo fermo e disorientato…

Siamo un testo intraducibile, un disco antico in vinile, siamo la luce che sul finire della sua energia per questo amore che si intravede nell’operosità di questa mia attonita foschia.

Siamo le frequenze di una radio clandestina, siamo la prima brina di una fredda stagione, siamo il brivido di una melodica e schiva canzone di questo amore che cerca riparo tra le ali di una gravida ribellione.

Raffaele

Innamorarsi

foto tratta dal web

 

Innamorarsi prevede una visione mitologica ed esasperante del proprio pensiero che vaneggia il suo profumo tra le foreste del nord europa;

innamorarsi prevede una cottura lenta e delicata di tutte quelle parole che prima sembravano banali, ortodosse e schive cercando un sentiero privo di luce e ricolmo di buche e dossi rifatti al meglio delle proprie possibilità;

innamorarsi prevede una svuotamento elastico del proprio stomaco, una scarna voglia delirante di vedere quanto è profonda la propria solitudine perchè essa sarà condivisa con un’altra ricamata e nemica anima dal fiore poetizzato;

innamorarsi prevede una religione che cerca la sua verità nascosta dentro un’inimmaginabile e spinoso abbraccio, dentro un vortice e un temporale, fiocchi di neve che svengono nella nascita di una nuova nazione, di un popolo a cui proclamarsi sindaco;

innamorarsi per cercare l’ignoto, per mangiare la pasta a mani nude, per camminare nudi mentre il sole detta la sua legge di un nuovo giorno non consentito da questa violenta musica che sigilla e ammaestra ogni più nobile poesia che passa da qui…

Raffaele