Archivi tag: derby

Onore

Onore ai tifosi del Milan che ieri. prima della partita con i cugini dell’Inter, hanno fatto questa bellissima coreografia in ricordo di medici, infermieri e di tutti gli operatori sanitari che in questa pandemia si sono dimostrati dei veri Eroi.

Complimenti per la bella iniziativa al popolo rosso-nero!

(foto tratta dal web)

Altrui Esempio…

Risse, scontri fisici e verbali, insulti, bestemmie, blasfemie. Dai campetti dell’oratorio fino al grande palcoscenico della Serie A. Sembra Utopia ma è la pura realtà. Agli Sportivi sembra essere concesso di tutto. Un privilegio da svilire nella più antica retorica. L’arte di essere Soggetti privilegiati fin dentro la più antica morale scombussolata e messa soqquadro. E i giovani, i bambini li incollati davanti alla televisione a guardare questo bel spettacolo in prima serata. Come se fosse uno Sport nello Sport insultare l’arbitro (reo di aver commesso degli imperdonabili errori e aver assunto uno scarso metro arbitrale), sfidarsi partita dopo partita in una resa dei conti stile duello western o proferire parole “dolci come il miele” durante una prestazione sportiva, liti e incomprensioni tra allenatori e giocatori… insomma il menù calcistico italiano è sempre ricco di succulenti e appetibili idee… e i bambini che stanno a guardare un pò come mi successe quando con l’Azione Cattolica portammo i nostri ragazzi a vedere una partita allo stadio e quest’ultimi attratti da “piacevoli conversazioni” provenire dagli spalti…

Serve che i protagonisti del nostro Sport rivedano un pò i propri “codici deontologici” perchè forse si attua un abuso dei propri poteri e si sfocia in maniera irreversibile dentro un mondo che forse è meglio non pagare il biglietto… Come il rispetto della divisa, il rispetto delle istituzioni, ognuno nel proprio lavoro deve portare una sacra osservanza della sua vocazione.

L’agonismo non può e non deve essere una scusa per scatenare nel proprio lavori i relativi lati oscuri. “Per mia colpa, mia colpa mia mi grandissima colpa” anche io nel ruolo di educatore ho fatto fatica per quasi 15 anni ad essere un esempio per i miei ragazzi ma nelle mie fragilità ho cercato di comportarmi bene per il bene loro ma io sono un semplice volontario molti in realtà vengono pagati e non sempre la autodisciplina segue binari lineari.

Non è un post di condanna verso il mondo del calcio che tanto continuo ad amare ma in virtù del mio amore smisurato nei suoi confronti ma quando vedo questa debolezza dell’animo venire fuori quasi come se tutto fosse ormai lecito, come se inveire tra giocatori è qualcosa del tutto accomodante… Che esempio diamo noi educatori, sportivi e anche genitori se in primis non accettiamo che ogni nostri piccolo gesto è sotto la lente di ingrandimento dei nostri piccoli fanciulli e che basta una piccola scintilla per scatenare l’inferno? Ormai i gesti che fanno del calcio uno sport favoloso sono diventati rari e quasi, quasi li trascuriamo perchè la polemica di un esonero o di un rigore non visto e non concesso fa più share del previsto. Che il Calcio ritorni a essere una disciplina nella sua povertà spirituale… non è mai troppo tardi per cambiare in fondo…

Raffaele

foto tratta dal web

La bellezza dello Sport… forza River! :D

Ieri notte ho visto in tv il derby del Campionato Argentino di Buenos Aires tra il Boca Juniors e il River Plate con il River che si è imposto per 2-0. In uno stadio del Boca, la “Bombonera” esaurito in ogni ordine di posto, 50.000 tifosi hanno cantato e tifato per la loro squadra del cuore dal primo fino all’ultimo minuto di gioco, nonostante la sconfitta contro i tanto temuti rivali. Una gioia di spettacolo, tra coreografie e ogni tipo di esultanza, un popolo giallo blu unito per amore…perchè al di la del risultato e della prestazione sportiva l’amore per i colori della propria squadra va oltre ogni confine… Una partita piena di passione e di tanta “Garra” ovvero la grinta dei giocatori in campo e ricca di emozioni e di tanta classe dei giocatori. Una cornice di pubblico che mi ha molto appassionato e colpito come la passione sportiva tipica dei sudamericani… in Italia raramente succede questo. Abbiamo una cultura in cui la Vittoria e il risultato è qualcosa di vitale importanza, la vita che dipende da un gol… abbiamo tanto da cui imparare…

Ps: ho tifato per il River Plate! 😛 penso che seguirò qualche loro partita… notte permettendo 🙂

Raffaele