Archivi tag: desiderio

Lingua straniera

Foto tratta dal web
Foto tratta dal web

“C’è una lingua straniera

che si accende dentro me

una chiazza oscura

colora il mio cuore…

è l’amore!

Sento questa insolita frenesia

di dare animo

alla mia violenta Vita!”

Non so baciare, non so che sapere e che forma hanno le labbra degli angeli, non so cosa vuol dire fare l’amore con persone lontane da noi, ragazze che desiderio girano l’angolo, adesso, al mio passaggio. Allontanami da me, Vita disordinata e maldestra, additata a controllare e a far sobbalzare i ritmi fraudolenti del mio cuore. E’ inutile, credo sia difficile cambiare il modo di invecchiare. Le sfumature del mio volto non l’ho scelte io per caso. E’stupido, non è abbastanza non andare nel panico per un messaggio ignorato o declamato nel cestino. Un lumino di speranza solo dalle mie parole di carta. Non so ancora captare i segnali di un possibile allunaggio dei miei desideri. Le emozioni si scaldano per scia di povere stelle a targhe alternate.

“E tu Vita mia,

mi porti fuori città.

Segnali di pericolo,

l’età avanza e il tramonto

è più sbiadito che mai.

E tu Vita mia,

che tralasci le congruenze

del mio passato, passato

di echeggianti silenzi

nutrono spazi scoperti dalla mia finestra…”

Nessuno sa come finirà questo amore scoperchiato di perché verso te, nudo e indifeso ma pur sempre amore verso te…

Diario di un ipotetico stronzo…

Amaro

“Sono sempre i sogni a dare forma al mondo…”

foto tratta dal web
foto tratta dal web

“Sono sempre i sogni a dare forma al mondo, sono sempre i sogni a fare la realtà!”

Eh dici bene Ligabue, tu che sei il mio poeta preferito, hai tracciato nel mio cuore un verso indelebile e che farò mio, adesso, per raccontare un po’ ai miei amici i miei sogni… nascosti in qualche angolo oscuro nel mio cassetto.

Sognare non costa nulla, almeno per ora è gratis, nessuna tassa da pagare. Guardare in alto alla ricerca di una stella a cui affidare un nostro desiderio.

Sognare, è guardare con occhi sempre nuovi un tralcio di un nuovo mondo, non è, come ho letto in qualche dizionario, una speranza illusoria. Se fosse così, non riuscirei a dare ossigeno di cui il mio sogno necessita per vivere. Un sogno nasce dal cuore, una scatola magica ancora funzionante che crea l’idea del sogno stesso, e si concretizza nella mente dove esso prende una parziale forma prima di essere consegnato alla realtà. “Niente paura, niente paura, ci pensa la vita mi ha detto così”. Più che la vita, credo sia il nostro destino colui che prende per mano i nostri sogni per farli viaggiare nel suo infinito cielo di speranze. Infatti, credo che elementi vitali come speranza, desiderio, aspettativa  servono, in giuste dosi, a cucirci a dosso, sulla nostra pelle il nostro sogno su misura per noi. La volontà, con un pizzico di fortuna poi ne determina il successo o meno. La volontà di lottare, di buttar giù quei pregiudizi che ne ostacolano la sua “incoronazione”. Non fermarsi davanti a uno ostacolo. Tirare dritto, a testa alta sempre e comunque. Se il nostro sogno è alimentato da una fiamma bella ardente, nulla ci potrà appassire questo bellissimo fiore che piano piano cresce….

 

200!!!! E siamo solo all’inizio!!!!

foto tratta dal web
foto tratta dal web

“Prima che il vento

 si porti via tutto

e che settembre

ci porti una strana felicità…”

 

Eccoci qui! Eh siamo ancora…eh già!

In questi mesi estivi ho oliato per bene i meccanismi del mio blog che per volare libero e felice ha bisogno di vento nuovo e fresco. Sport, attualità, musica, poesia, stati del mio essere e della mia anima… questi saranno i temi di cui parlerò nel prossimo e imminente futuro  a voi, miei cari amici, con il cuore in mano e il sorriso sempre  ben disegnato sulle labbra. Un blog, “un piccolo spazio per l’innocente e fragile anima” aperto a tutti e per tutti.  200 post pubblicati son un bel traguardo raggiunto grazie e specialmente alla mia amica Manu. 200 post e non saranno gli ultimi, ma i primi di una lunga serie, quindi abituatevi a sopportarmi! Perdonatemi…ma non riesco a essere serio per più di due minuti di fila 😀

200 è un bel numero, che francamente non mi spaventa anzi mi da una grande carica emotiva per rendere sempre più bella la mia piccola creatura, sempre più aggiornata e al passo coi tempi. E pensare che quel giorno di Ottobre di quasi due anni fa tutto era nato per caso. Il destino ha dettato legge, ha compiuto il suo dovere ed io lo ringrazio cordialmente.

“Lascia vivere il pensiero…” Il pensiero, appunto, come fonte inesauribile per la mia felicità. Il pensiero al centro del mio essere, del mio divenire. Poesie, racconti per giocare con la fantasia; saggi e articoli sportivi per alimentare sempre più la mia passione per il giornalismo. La musica per iniziare bene la settimana in vostra compagnia.

Il blog per me è una piccola “ancora di salvezza” dove mi lascio dolcemente naufragare da parole che “mai nude resteranno”. Ho vissuto momenti mistici, poco fertili, momenti in cui ho litigato con la mia coscienza lo ammetto, ma non mi è mai passato per la testa l’idea di lasciare, chiudere per sempre questo spazio emotivo, anche per il vostro rispetto che mi seguite con tanto aspetto.

Il nostro blog, lo definire di nicchia, come una piacevole musica nei piccoli locali. Non mi va di far pubblicità, certo dovrei “lavorare di più” sul sistemare e inserire tag e giuste categorie per rendere più visibili un mio componimento, ma non mi ha mai particolarmente colpito. Forse sbaglio.

 

“l’estate addosso

bellissima e crudele

le stelle se le guardi

non vogliono cadere…”

 

E’ strano come il post numero 200 sia coinciso con un brano su San Lorenzo e le sue “lacrime”.

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Un desiderio per la mia creatura l’ho esaudita con molta enfasi.

170 stelle che seguono con affetto il mio blog!

 

“Per ogni giorno, ogni istante, ogni attimo” vissuto insieme cari colleghi… Grazie Mille!

 

Ehi noi stiamo qua, non ci muoviamo mica… ok?????

Buon proseguimento di giornata! A presto!!!!

foto tratta dal web
foto tratta dal web