Archivi tag: festival

E’ tutto finito, peccato…

E anche questa edizione del Festival è andata nei migliori archivi. Peccato perchè questa rassegna musicale mi ha davvero entusiasmato… non so a voi… mi ha permesso ancor di più di apprezzare i vari artisti tra cui Noemi, Annalisa e Madame. Le sorprese come i Coma Cose e Willie Peyote. Mi dispiace davvero che sia tutto finito. Momenti ora da ultimi giorni di scuola. Adesso andrò su Spotify o su YoutubeMusic e mi farò una bella scorpacciata di musica visto che in questa ultima settimana è stata per me fonte di ispirazione per scrivere frammenti di pensieri davvero sorprendenti per me stesso visto che mi sto riscoprendo in una nuova sfumatura creativa, un altro sound si direbbe. Scorpacciata di musica quindi ma anche un attenzione oculata sui testi per per alcune canzone sono sembrati dei veri raffinati componimenti poetici. Andrò anche alla scoperta di Gaia e Fulminacci oltre alla mia lady Malika Ayane.

E poi che dire della vittoria dei Maneskin che ha sorpreso tutte le previsioni dopo i primi ascolti di un pezzo molto rock e crudo che sembra aver aperto uno nuovo stile, una nuova strada per Sanremo, sdoganando ogni forma di musica neo-melodica tradizionale, in fin dei conti Gabbani e Mahmood insegnano, chiedere a Fiorella Mannoia e al Il Volo per conferma.

Spero di dedicare nella prossima settimana alcuni post su questo Festival che mai come negli ultimi anno è stato al centro del mio interesse! Grazie Amadeus e Fiorello per questi giorni di felicità che mi avete regalato!

E a voi è piaciuto?

Per me voto 8,5

Buona Domenica! 🙂

Raffaele

(foto tratta dal web)

E bravo Gaudiano!

Sono davvero felice per la vittoria tra le “Giovani Proposte” di Sanremo di Gaudiano, questo giovane cantante pugliese che mi ha entusiasmato sin dalle sue prime note. Ammetto che il suo pezzo “Polvere da sparo” è stato per me fonte di ispirazione per le mie ultime poesie pubblicate qui sul blog…

Grazie Gaudiano, la tua musica arriva dritta al cuore!

E mi brucia il cuore perché non ti ho detto
Quanto ti abbia amato per quello che hai fatto
Per come hai lottato coi mulini a vento
Con la forza del tuo cuore fatto di cemento

Tigre nella giungla dei pensieri sparsi
Non riuscivi a dirmi quanto detestassi
Non poterti alzare la mattina a prepararmi
Quello stramaledetto caffè

Perché tutto quello che mi resta
È una domanda polvere da sparo in un solo colpo
Da spararmi nella testa
Se guardo oltre le nuvole io non trovo ragione
Se mi guardo allo specchio vedo te

Tutti che parlano e sanno capire
Come mi sento, sanno cosa dire
“La vita è questa non può farci niente
Così come inizia dovrà anche finire
Tu focalizzati sopra i dettagli
Affidati al tempo e non sbagli”
E nel frattempo che lento ricuce
Io resto sveglio ma spengo la luce

Perchè questo Sanremo… è veramente un bel Sanremo!

Perchè Sanremo… è Sanremo!

Mi è veramente piaciuta la prima puntata del Festival italiano, sono davvero felice di aver visto in tv una gran bella puntata del festival… con la speranza che le altre serata saranno efficaci in termini di bellezza rispetto alla prima. Baglioni mi ha veramente colpito con la sua simpatia e la sua umiltà nel dare spazio agli due suoi compagni di avventura che hanno portato tanta freschezza e leggerezza con tanti bei momenti di allegria e di siparietti comici davvero da riproporre. Ma Fiorello è Fiorello e avrei voluto tanto che fosse il super ospite fisso per ogni puntata… magari!!!! E’ stato un gran bello acquisto per Baglioni che si sta giocando bene le sue carte da direttore artistico e da bravo conduttore, senza strafare e facendo poco cose ma fatte bene. Mi dispiace che come al solito il Festival finisce un pò troppo tardi e mettere in scena tutte le 20 canzoni alla prima serata mi è sembrata una forzatura… alle 23.30 ho dovuto cedere le armi vinto dal sonno e non ho potuto ascoltare le ultime 5 canzoni, spero di aver modo di sentirle nei prossimi giorni.

Lo Stato Sociale che ho avuto modo di comprendere qualche loro canzone ed la sempre brava Annalisa per me sono state le mie esibizioni canore preferite. I testi di tutti i pezzi sono davvero poetici giusto per confermare il valore della nostra musica…

Oggi spero di tornare presto da una partita di calcetto dei miei ragazzi per poter godere di questo bel Festival…

Raffaele

E brava Chiara! :)

Ammetto di non aver seguito molto questo Festival di Sanremo appena concluso e condotto magistralmente (ancora una volta!) dal Signor Carlo Conti. L’ho seguito poco, un pò perchè avevo voglia di fare altro e un pò per i bei film che gli altri canali hanno proposto nel loro palinsesto e un pò, infine, perchè (lo ammetto) non mi sono piaciute molto le canzoni dei big, dei campioni in gara. Oh, i gusti son gusti! Però ho seguito con molta attenzione la gara delle “nuovi e giovani proposte” anche perchè per via delle esibizioni messe all’inizio del programma. Ho tifato subito per Chiara Dello Iacovo per tanti aspetti:

  • la sua canzone (melodia e sopratutto il testo) è intrigante, avvolgente, quasi magnetico;
  • ha una bella e “fresca” voce;
  • e poi è una gran bella ragazza!

E’ arrivata seconda… peccato ma ciò non esclude, che spero e qui tocco… ferro… che farà carriera che si merita e quindi gli auguro tanto successo.

Ho passato la domenica pomeriggio su “you tube” a scovare qualche pezzo della sua giovane carriera (ha vent’anni). Di canzoni c’è ne sono poche e questo un pò mi dispiace. Ho scelto e vi propongo questo pezzo “Irrisolti” perchè è la canzone che mi ha colpito di più per la sua profondità, un pò amara ma anche, con un velo di speranza e voglia di vivere che non guasta mai. Pura poesia dalla piccola Chiara.

Un buon inizio di settimana amici e viva la musica! 🙂