Archivi tag: frase

Respira, respira :P

foto tratta dal web

 

Ebbene si quando mi capita da portiere, durante una partita di calcetto, di ricevere un inconveniente, un leggero ma dolorosissimo infortunio in quelle zone particolarmente delicate per un uomo… una pallonata in quelle zone… ed io che vedo le stelle e gli uccellini… che maledico il giorno in cui ho iniziato a giocare a calcio… la prima cosa che i miei compagni di squadra mi dicono è:

“Respira Raffaele, Respira!”

Spiegatemi questa assurda frase!!!!

Che cavolo devo respirare?????????????

Io ormai che rischio di perdere la potenzialità di generare la mia famiglia e quelli… 

“Respira, Respira!!!” 

😛 😛 😛

Citazione

foto tratta dal web

 

Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri, allora io reclamo il diritto di dividere il mondo
in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni sono la mia patria, gli altri i miei stranieri.

don Lorenzo Milani

Ebbene si…

Ebbene si… come buttare una settimana di allenamento mangiando nella giornata odierna sia a pranzo che a cena una bella e saporita pizza fatta con mani sapienti e dorate di mia madre… quasi quasi se rimane uno spicchio la puccio nel latte, domani, a colazione…

pizzadipendente!

Raffaele

Il senso…

Mio nonno diceva che il senso dell’umorismo è il modo migliore per conservare la dignità nei momenti difficili. Il senso dell’umorismo è una qualità etica, diceva. Diceva che Dio ha il senso dell’umorismo e che fare una buona battuta, fare ridere qualcuno è come dire una preghiera…”

Non esiste saggezza, G. Carofiglio

L’allegria sana, quella salutare, quella che non lede l’anima della persona e non usata solo per ricevere applausi e consensi ci permette di conservare la dignità, la nostra, in situazioni complesse e intricate… e a volte può avere anche una funzione spirituale perchè può portare benefici anche inaspettati nel cuore di chi riceve questa cura… e non credo che sia una qualità o un pregio che alcune persone hanno. Semmai una missione che si compie nel frangente in cui capiamo che ci sono troppe lacrime intorno a noi. Come scrivevo ad una mia amica blogger “da grande vorrei fare il comico” e mi rendo conto, adesso che scrivo questo mio pensiero, che è un compito e una scelta di vita ardua che può minare tutte le mie fragilità… non è un qualcosa che si acquisisce di buon mattino, ma semmai può essere un fattore ereditario, come aver preso la simpatia da mio padre, un dono che conserverò per sempre… ma nella mia esistenza ho avuto anche momenti buii, di declino, di rovinose cadute ma ho avuto la fortuna di avere la “luce” dei miei famigliari e dei miei più cari amici… se dovessi diventare nella vita un comico è per un senso di riconoscenza al destino… e mi accorgo che questa mia comicità non è strutturata o pianificata secondo chissà quali criteri o modelli scientifici… è una dote naturale… sono chiacchierone e logorroico… non riesco mai a stare zitto e a volte dovrei capire meglio l’importanza del silenzio ed ogni sua ragione… si può essere divertenti anche solo stando zitti e tenendo per mano la nostra Vita…

Raffaele

ebbene si…

foto tratta dal web

 

Ebbene si… mi ritrovo a mettere la sveglia alle 7.20… con la speranza di dare un senso alla mia giornata… suona… la rinvio di 20 minuti… suona… la rinvio di altri venti minuti… suona… ho un pò di fame ma chisenefrega… la rinvio di altri venti minuti… suona… mi alzo non so con quale forza e si fa già sera!

E mo????

Raffaele