Archivi tag: giocatori

Si ricomincia! :D

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Prima giornata del campionato di serie A 2015/2016 al insegna delle emozioni e di qualche lieta sorpresa. No certo per la Juventus che stecca clamorosamente all’esordio, in casa, contro una pimpante Udinese di Colantuono e di un immortale Totò Di Natale. Non era mai successo alla “Vecchia Signora” di perdere la prima partita di campionato, in casa, in tutta la sua storia. Quando perde, a prescindere dalla squadra che incontra, fa sempre notizia. Nulla di allarmante, si rifarà tranquillamente. Da interista, ve lo giuro, non sto gufando 😀 Brava Udinese, quest’anno, credo, potrà dare fastidio alle grandi non solo al Friuli.

La Roma, rivale principale della Juventus per la corsa al titolo, non va oltre 1-1 al Bentegodi contro un ottima Verona di Andrea Mandorlini. Secondo me, dovrebbe rinforzarsi, la squadra di Rudi Garcia, specie a centrocampo, in questi ultimi giorni di mercato, per via dei ripetuti infortuni di Strootman; l’attacco sembra micidiale, urge trovare un difensore centrale di livello e un terzino sinistro, sono sicuro che il d.g Sabatini troverà i giusti tasselli per la sua Roma.

Il Milan del sergente Mihajlovic perde al Franchi contro una buonissima Fiorentina di Sousa, complice anche la prematura espulsione del giovane centrale Rodrigo Elyper doppia ammonizione. Il buon campionato dei “Diavoli rossi” promette bene e Sinisa sa come far giocare bene le sue squadre. Ci vuole pazienza.

L’Inter fa il suo dovere e batte una indomita Atalanta solo allo scadere con una perla di Jovetić. La squadra di Roberto Mancini soffre in fase di costruzione, il gioco è lento, stagnoso, macchinoso. Manca un playmaker, e sicuramente questo compito non spetta a Medel che è un mediano vecchio stile. Da rivedere il giovane Gnoukouri, spaesato ed emozionato di fronte alla prima al Meazza. Bisogna darli fiducia.

Il Sassuolo, in casa, batte il Napoli 2-1, partita molto gradevole e ben giocata da entrambe le squadre. La squadra emiliana ha fatto valere il fattore campo. Difesa da “ricompattare” assolutamente per Mister Sarri specie nelle “letture di gioco”.Higuain non ancora al top della forma.

Il Palermo, nonostante alcune defezioni che hanno privato Iachini di giocatori forti e di valore come i vari Dybala, Belotti e Baretto, piega il Genoa 1-0.

Nell’anticipo di sabato sera la Lazio, non si fa distrarre dalla partita di ritorno di Champions e sconfigge all’olimpico il Bologna, dell’ex Delio Rossi, 2-1. “Partita da chiudere prima sul 2-0” il commento di Pioli a fine match. Tegola per i laziali, Biglia out un mese per infortunio.

Infine le due “cenerentole” Carpi e Frosinone sconfitte entrambe all’esordio. La squadra di Castori ne prende 5 a Marassi dalla Samp, troppo il gap, il divario tecnico tra le due squadre. Orgoglio Carpi che sul 5-0 nella ripresa segna due gol per ridurre il pesante passivo. Ci vorrà ancora un po’ di rodaggio. Francamente non la do già spacciata, e già retrocessa. Ho fiducia nel Carpi. Siamo solo al 23 Agosto e il campionato è solo all’inizio. Non basta al Frosinone con il proprio stadio, il “Matusa” strapieno in ogni ordine di posto (10.000 spettatori), per aver la meglio contro il Torino, 1-2. Passati in vantaggio, non riesco a gestire e a conservare almeno un punticino. Decide Baselli.

Non ci sono stati casi di moviola eclatanti, gli arbitri si sono comportati bene. Non ci sono stati episodi di violenza tra le varie tifoserie. Polemiche zero. Tutto è andato lisci come l’olio. Spero che duri cosi anche per le restanti 37 partite di serie A.

Buon campionato a tutti! 😀

“I love this game” – Keep calm and play rugby

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Rugby, rugby, rugby, e ancora rugby! Adesso vi rompo le scatole pure a voi questa sera. Ammesso che adoro quasi tutti gli sport esistenti su questo pianeta, il rugby mi sta entrando “in circolo”. Ruck, maul, mark, mischia, touch!!! Il rugby è uno sport antichissimo, inventato da Webb Ellis nel lontano 1823. E’ uno sport di contatto, duro certo ma è uno sport collettivo, per tutti. Se sei brevilineo, agile e scattante giochi nella trequarti, se sei robusto e ami placcare giochi in prima o in seconda o in terza linea. Se vuoi essere il regista del gioco e hai dei buon piedi giochi in mediana.

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“Otto giocatori forti e attivi, due leggeri e furbi, quattro rapidi e un ultimo, modello di flemma e sangue freddo. Una squadra di rugby è la proporzione ideale fra gli uomini” Jean Giraudoux – giornalista e scrittore francese. E’ uno sport regolamentato da tante norme, forse anche troppe! Giocano anche le femmine e non è uno sport pericoloso. E’ accessibile a chiunque ed è magico. Come dico sempre: “Nel rugby si parla sempre al plurale mai al singolare!”.Non esistono i Messi o i Ronaldo, infatti, senza l’appoggio, il sostegno dei tuoi compagni, non avanzi neanche di un metro. “Il rugby è uno sport straordinario, l’unico dove la vittoria passa sempre dalle mani del compagno” Sabrina Melis – giocatrice. La meta è frutto del sacrificio di tutti, nessuno escluso. “Il rugby è la massima espressione dello SPORT DI SQUADRA, l’unico in cui il lavoro del gruppo prevale sulle doti del singolo.” Il rugby è terra e fango, sudore. Non esci mai sconfitto da una partita se hai donato l’anima per la tua squadra. La mischia l’essenza di questo sport.

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Ogni partita la paragono a una guerra leale, guadagnarsi ogni metro di terreno con tenacia. Mai mollare, se vuoi guadagnarsi anche il rispetto fraterno dell’avversario. Certo il risultato conta ma non come in maniera assillante come nel calcio. Esiste il terzo tempo, dove dopo il match le squadre si incontrano a “bere una birra” dopo aversene dato di santa ragione! XD Siamo un popolo di “calciofili” e lo sono in parte anche io, certo. Ma se il “football” prendesse, solo in parte i valori di umiltà, aggregazione, sportività che il rugby trasmette di non si troverebbe in queste miserabili condizioni. Allo stadio, tutti insieme, non esistono opposte tifoserie. Il rugby è festa!

Purtroppo non ho mai giocato a questo sport, anche perché nel sud latitano le società sportive. Con il fisico che mi ritrovo mi troverei a fare il “pilone”! ahahah! Anche se il ruolo che mi piace di più è il mediano di mischia, perché sei sempre nel vivo del gioco, ogni azione passa sempre dalle sue mani. Quando l’anno scorso i miei amici mi hanno chiesto cosa volevo per il mio compleanno, io senza troppo pensarci gli ho detto “un pallone ovale!”. La loro faccia, i loro sguardi quasi del tutto attoniti, sbalorditi. Hanno provato a regalarmelo, ma non ci sono riusciti, nessun negozio di articolo sportivi aveva in dotazione un pallone di rugby! Che peccato! Il problema è che se miracolosamente lo trovo, con chi gioco? Con me stesso o con il mio cane?  In famiglia sono riuscito a strappare qualche minuto, qualche spezzone di partita dell’Italia a mia madre… che soddisfazione!!!! Non so se il rugby riuscirà ad avere lo stesso appiglio dei più noti sport come il basket, il calcio, il volley, di certo non lo smetterò mai di seguirlo, ne sono completamente innamorato. A volte riesco a seguirlo con passione alla tv. Vorrei che questo sport avesse più visibilità nei media e non solo quando la nostra Nazionale vince….

 

Keep calm and play Rugby!!!

Buon Lunedì Amiciiii!!!!!