Archivi tag: giorni

Ancora pioggia e il mio pensiero vola…

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Ancora pioggia. Giornate uggiose da commiato per questa mia insolita e fresca estate salentina. Piove da un bel pò di giorni e l’arsura dei miei pensieri, su quel che resta del mio incantato mondo di fine adolescenza, sembra estinguersi goccia dopo goccia. Gli ombrelloni sono ormai chiusi e riposti in cantina, gli abiti e i miei vestiti stagionali tristemente rinchiusi in scatoloni di cartoni sofferenti della loro, ormai, inespressa felicità. Maschera da sub per vedere sotto acqua posti magici e silenziosi ancora non presenti sulla terra ferma e riposta nel cassetto insieme con i racchettoni ancora vivi della loro sabbia. La crema solare protezione massima che nulla ha potuto evitare ancora una volta scottature di amori fugaci e istantanei come quel che resta del mio umore in questi giorni a contare le nuvole nere coprire un cielo ancora pieno e fecondo di stelle. Aspettare un anno, conscio che sarò un altro io, un’altra persona, come un serpente forse cambierò pelle, perchè da qui alla prossima estate un nuovo film girerò, essere il regista e il produttore della mia esistenza ancora sono ai primi passi, un aiutante, uno stagista che deve capire e conoscere i meccanismi di questa trama, di una storia che non resta stantia ma si evolve, nasce e muore e rinasce ogni giorno… In questo autunno alle porte un’estate di speranza, almeno lo spero…

Raffaele

Pubblicità

Il lunedì ha l’odio in bocca…

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Bhè come avete potuto capire, intuire… questo sono io agli albori di un nuovo giorno: il lunedi! Per me il lunedì è un invenzione diabolica del male, non riesco a farmelo piacere, lo detesto, non saremo mai dei buoni amici. Il lunedì mattina segna la fine del weekend, spazio temporale in cui si annidano i miei pensieri. Alcune volte sono così grossi e ingombranti che il lunedì mattina mi alzo dal letto con un bel gran mal di testa. E adesso chi me la fa fare ridimensionare e dar forma a tutti sti pensieri del weekend, con quale gioia e vitalità se la mattina sembro una mummia appena uscito dal suo sarcofago? Ci vuole un bel tazzone di caffè per cercare di svegliare quei pochi neuroni rimasti in circolo. Bisognerebbe proporre al Governo Italiano un referendum popolare circa l’abolizione del lunedì. Perchè sei giorni e non sette alla settimana? Meglio i numeri pari! Ma qui andrei a scontrarmi con il volere Divino. Meglio non avere guai di questo livello. Il lunedì per me rappresenta il classico giorno del ricordo. Ricordare la settimana appena trascorsa cercando di emulare e renderla più “vivibile” rispetto a quella precedente. Il lunedì è il giorno in cui sfido me stesso e le capacità di non far casini e litigi con i successivi giorni. Idee, speranze, sogni, ambizioni, illusioni… tutto in un attimo al primo “batter ciglio” appeno sveglio del lunedì mattina. Dai pensandoci su, non è proprio un cataclisma il primo giorno della settimana ma è solo la mia “catastrofia” che me lo impone come imbrattato di nero nel registro dei brutti ricordi. Se la vedo in un’altra ottica potrei definire il lunedi come “il primo giorno di una nuova vita che si rigenera senza che io lo sapessi”…

E per voi, il lunedi è tragico o positivo e pieno di vitalità????