Archivi tag: gioventù

Ti prego…

foto Raffaele

Ti prego…

dimmi dove è sepolta

la leggerezza timida e riservata,

cordiale e floreale

della tua felicità…

per tutta la mia eternità io ti seguirò…

orizzonte da esplorare io per te sarò…

Amaro

Ma alla fine ne è valsa la pena…

Ma alla fine ne è valsa la pena beccarsi una bella influenza pur di non rinunciare ad allenare i miei ragazzi di calcetto per una amichevole il sabato sera. Certo stare all’aperto, tre ore, beccandosi tutto il freddo e tutta quella umidità non è stato il massimo…

ma chi se ne frega!!!

Almeno abbiamo vinto la nostra prima partita dell’anno giocando un gioco moooooltoooo offensivo come piace a me!

Alla fine ora sono come uno straccio ma lo rifarei mille volte…

“Perchè i bei momenti non possono aspettare!”

anche se ho già consumato due pacchi di fazzoletti e mi sto “impasticcando per bene” facendo visita al mio lettone più del previsto…

un piccolo sacrificio per i miei ragazzi 😛

Sono fatto così… a volte sono incosciente 😛

E stasera “La compagnia del Cigno”!!!!! Questa serie tv che mi sta tanto appassionando!

Vi lascio…

Buona serata! 🙂

Raffaele

Ricordi…

Ricordo che un pò di tempo fa con i miei dell’Azione Cattolica, d’estate e nelle notti in cui non si sapeva cosa fare, ci eravamo inventati un tipo di nascondino un pò particolare… con l’uso delle nostre macchine! In pratica all’inizio di questo gioco si sceglieva una “macchina” con a bordo i partecipanti in cui iniziare a nascondersi. Appena giunto nel luogo coloro che conducevano il gioco inviava un messaggio, una sorta di indovinello, ai noi con le altre auto. Un indovinello per cercare di trovare quella macchina nascosta in qualche luogo del mio paese: bosco, cimitero vecchio, collina, campetti, scuole medie… quindi bisogna prima capire l’indizio e quindi ottenere una risposta all’indovinello e poi recarsi quanto prima nella postazione in cui c’erano i nostri amici che ci aspettavano. I primi che riuscivano a trovare la macchina nascosta avevano il privilegio di condurre loro il gioco… ahahahah che bei ricordi, un nascondino piuttosto particolare, cosa ci inventavamo pur di passare in allegria le serate! e chissà quanta benzina abbiamo consumato per girare avanti e indietro per il paese! shhhhhhh non lo dite ai nostri genitori mi raccomando!!!! 😛

Adesso c’è chi lavora o studia e quei momenti li vorrei rivivere anche subito! 😦

I ricordi… quelli belli!!!!

Raffaele

Per sempre

Questa mattina, intorno alle 10, mi sono recato ad un distributore d’acqua nei pressi della mia abitazione per prelevare anche dell’acqua frizzante e ho avuto il piacere di incontrare una ragazza di cui sono stato suo educatore ai tempi dell’Azione Cattolica. Ora ha 16 anni questa fanciulla e nell’attesa del mio turno per riempire le mie damigiane di acqua abbiamo parlato dei nostri ricordi ai tempi dell’oratorio. Abbiamo vissuto insieme tanti campi scuola parrocchiali e tanti bei momenti all’Acr e a un certo punto, un pò triste nel rievocare il tempo che fu. dissi a lei

“Eh si, i bei momenti hanno un inizio e una fine, ahimè”

ma subito la ragazza mi ha replicato con l’entusiasmo che solo la sua età vive ancora dicendomi

“Eh no Raffaele, i bei momenti possono e devono durare per sempre!”

Fine, stop!

Sono rimasto muto… stranamente… almeno per alcuni secondi…. non sapevo cosa dire… una semplice affermazione che nella sua saggezza di una adolescente mi ha spiazzato…

Purtroppo non possiamo vivere di soli ricordi, sperare che da un momento all’altro, dopo mille preghiere, il tempo resetti la sua storia, che tutto ritorni come prima… sembrerà di volare sull’ali della fantasia. Ma dobbiamo avere la forza che quei bei momenti, che quei tempi indimenticabili durino per sempre. Rimanere fermi a guardare il cielo che si colora delle sue albe e dei suoi tramonti mentre il nostro cuore non batte più di quelle emozioni che reputavamo indimenticabili… bhè allora tutto ciò non ha senso. Ha senso di impegnarci affinchè che quelle fotografie e quei video a sorridere, a fare i scherzi, a fare gli scemi diventano attuali e quotidiani…

Eh è proprio una bella sfida caro Raffaele, e a 30 anni ho perso un pò di quella brillantezza che mi rendeva unico seppur con la mia valigia di fragilità…

che questo incontro, mi scaturisca in me una nuova verità nel vivere un nuovo giorno!

Buona Vita! 😀

Raffaele

Nostalgia, nostalgia canaglia….

foto tratta dal web

 

Questa mattina, io e mio padre, abbiamo fatto un pò di pulizie nella nostra cantina. Abbiamo raccolto tutti i giornali, i quotidiani e ogni tipo di rivista per poi buttarle nell’immondizia… era inutile occupare per niente spazi che ci potrebbero servire in futuro. Ma poi nell’ assembla-mento del rifiuto cartaceo sotto le mie mani mi sono ritrovati i vecchi mensili dell’Azione Cattolica, datati 2012-2013-2014, gli ultimi miei anni in questa associazione vissuta per ben 10 anni intensamente, con tutto il mio essere giovane e un bravo educatore… Non li ho voluti buttare via e in meno di pochi istanti mi sono passati, come un treno ad alta velocità, tutti quei splendidi momenti che ho vissuto all’ A.C : i campi scuola, le serate di incontro e di preghiera con il nostro Vescovo, le domeniche mattina con i bambini… un velo di timida tristezza ha colorato quel frangente del mattino. La voglia di respirare quell’aria pura e cristallina e di rivivere ancora e ancora quegli attimi ormai sono rinchiusi gelosamente nel mio cuore e tornare indietro di 10 anni purtroppo è impossibile e nonostante 4 anni vissuti all’Anspi la voglia di ritornare all’Azione Cattolica c’è ed è forte anche se non più come educatore ma solo come membro non più dei giovani ma degli Adulti. Compiuti trentanni si fa il salto verso il mondo dei grandi… Quelle riviste datate le ritornerò a leggere, per ritornare ragazzo… ho persino trovato un mensile dedicato al nuovo Papa Francesco e ho trovato anche le guide di approfondimento spirituale con tutte le spiegazione dei passi del Vangelo delle varie domeniche dell’Anno liturgico degli anni passati con cui preparavo le “chiacchierate” con i miei ragazzi… quando mi alzato presto la domenica mattina per rendere speciale l’incontro con loro…

Continua…

Raffaele